ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

[MAPPA] Il road trip di Euronews: viaggio di 10 settimane in vista delle elezioni

[MAPPA] Il road trip di Euronews: viaggio di 10 settimane in vista delle elezioni
Dimensioni di testo Aa Aa

Inizia il road trip di Euronews in vista delle elezioni europee. Un viaggio in giro per l'Europa di dieci settimane per raccogliere le testimonianze dei cittadini europei, nel solco dell'impegno a costruire l'"Europe's Town Square - All Views, All Voices, All Welcome".

Per ogni tappa, due corrispondenti della nostra emittente viaggeranno insieme e ascolteranno le opinioni di chi vive al di fuori dai grandi centri urbani. Viaggeranno attraverseranno Portogallo, Spagna, Francia, Italia, Grecia, Bulgaria, Romania, Ungheria, Austria, Repubblica Ceca, Polonia, Germania, Paesi Bassi per giungere in Belgio, a Bruxelles, alla vigilia dell'appuntamento elettorale continentale. Nove le squadre di tecnici e reporter coinvolti nel road trip che si passeranno il testimone alle frontiere. Una maratona giornalistica che verrà effettuata in diverse lingue.

Le aspettative dei cittadini europei in vista delle elezioni europee saranno ovviamente in primo piano. Cercheremo di catturare lo stato d'animo dei cittadini europei alla vigilia delle elezioni, le loro preoccupazioni e speranze, la realtà della loro vita, le loro aspettative, i loro messaggi ai politici europei. L'iniziativa sarà caratterizzata dall'inconfondibile "divano rosso" sul quale Euronews intervisterà tanti cittadini europei, di tutti i ceti sociali, in numerose località - possibilmente al di fuori dalle grandi capitali e dai grandi centri urbani.

Le tappe

Portogallo

1. Lisbona. Si comincia simbolicamente con una maratona: una corsa per rinnovare la fiducia nella ripresa economica e per rilanciare la sfida ad una migliore qualità della vita. Il video reportage è disponibile nel player qui in cima ⬆️

2. Setubal, tra i portuali convinti cje i lavoratori siano lasciati da soli a difendersi di fronte ai datori di lavoro, senza l'aiuto di governi locali o di quello nazionale. Al mercato locale, anche gli ambulanti si dicono delusi e non pensano di andare a votare a fine maggio.

3. A Montemor-o-novo abbiamo avuto un primo ospite di rilievo sul divano di Euronews: con noi si è seduto il calciatore Nuno Gomes, ex giocatore di Benfica e Fiorentina.

4. Gli anziani dell'Alentejo, la regione del Portogallo con la popolazione più vecchia (199 anziani per 100 giovani), in un contesto di disoccupazione e depressione economica.

5. Che ne pensano della Brexit i cittadini portoghesi di un paesino rurale? Non interessa loro molto, in realtà...

6. In Portogallo, sul nostro divano rosso che dà voce ai cittadini europei, si è seduto Pedro Lima, ex studente del progetto europeo Erasmus.

Spagna

7. In Spagna si parte dall'Extremadura, una delle aree più rurali del Paese.

8. La seconda tappa spagnola ci porta sulle strade percorse ogni giorno da centinaia di migliaia di camionisti. Da Badajoz a Almendralej, siamo saliti a bordo di un tir guidato dagli autisti Daniel Rodríguez e Jose Polo.

9. Terza tappa spagnola: Villafranca de los Barros, in Estremadura, dove nonostante i fondi europei per le politiche agricole due problemi attanagliano la popolazione locale: mancanza di infrastrutture adeguate e cambiamento climatico.

10. Questa volta parliamo inglese, anche se in terra spagnola: siamo ad Alicante, dove abbiamo ascoltato la voce di alcuni dei 130mila britannici che vi risiedono. Ovviamente sono preoccupati per la Brexit. Carole Saunders, britannica residente da trent'anni in Spagna e da otto consigliere comunale per il Partito popolare nella località di Calpé, ci dice: "La preoccupazione principale è legata alla sanità. Non abbiamo ancora firmato nessun accordo con il governo spagnolo. In questo momento il Regno Unito paga la Spagna per le nostre prestazioni sanitarie".

11, Intervista ad un poeta rumeno-spagnolo, una delle espressioni ottimali della cultura europea e della mobilità tra Paesi

12. Dopo aver posizionato il divano rosso a Barcellona, invitiamo i cittadini a parlare per comprendere uno dei più gravi conflitti politici che hanno diviso la Catalogna e la Spagna negli ultimi anni.

Francia

13. Il viaggio in territorio francese inizia a Perpignan in compagnia di Cyril, reporter dell'équipe francese che prende il testimone da Cristina."Sentiremo i Gilet gialli, ma non solo - anticipa - incontreremo alcuni agricoltori che credono che un'altra vita sia possibile, e che vogliono cambiare le cose".

14. Abbiamo parlato con i doganieri che sono in sciopero da marzo per ottenere per migliori condizioni di lavoro. La Brexit peggiorerà le cose per loro: "È una specie di rinascita delle frontiere, dal momento che i controlli di confine sono nuovamente importanti e l'ufficiale doganale torna in prima linea".

15. "Mi restano 50 euro per vivere e mangiare". Abbiamo fatto accomodare i gilet gialli sul divano per chiedere loro quale sarà il futuro di questo movimento.

16. Siamo arrivati a Methamis, un grazioso paesino della Provenza, per parlare della disaffezione dei francesi per la politica. Qui alle ultime elezioni comunali non voleva candidarsi nessuno, finché un vignaiolo si è fatto avanti per salvare la baracca.

17. Breve tappa a Lione per il passaggio di consegne e per tirare un po' le somme dell'esperienza in Francia. Quindi i nostri Elena Cavallone e Jack Parrock ripartono per l'Italia.

Italia

18. Ci rechiamo prima di tutto a Modane, città al confine tra Francia e Italia, di fronte a Bardonecchia: terra di passaggio per i migranti ma anche di scontro per il cantiere del Tav.

19. Dopo aver visitato il cantiere geognostico dell'alta velocità in territorio francese, facciamo lo stesso con quello di Chiomonte, in Val di Susa. Qui abbiamo parlato anche con alcuni attivisti No Tav.

20. Tappa sul lago di Viverone: la mancanza di lavoro, di aiuti alle imprese e la testardaggine della gente più anziana rendono la cittadina lacustre del Nord Italia un luogo da cui i giovani fuggono in cerca di meglio in Europa.

21. Milano: alla volta del capoluogo lombardo per parlare di immigrazione. Abbiamo raccolto alcune opinioni sul nuovo decreto sicurezza, le cui norme rappresentano una stretta sull'immigrazione, rendendo più difficile per i richiedenti asilo di ricevere protezione internazionale.

22. Valpolicella (Ve), tra gli esportatori di vino. "Brexit? Passerà anche questa", dice un produttore vinicolo di un'azienda aperta nel 1772.

23. Verona, nella città di Giulietta e Romeo parliamo di amore...ai tempi della Ue. Abbiamo intervistato diverse coppie di nazionalità mista in visita al celebre balcone.

24. L'Aquila: l’Italia è il paese che riceve l’ammontare più alto di fondi europei di solidarietà. Abbiamo chiesto a dei residenti cosa è successo in questi 10 anni di ricostruzione.

25. Tappa italiana a Collepardo, in Ciociaria, a pochi km dalla Certosa di Trisulti dove dovrebbe sorgere il laboratorio di populismo di Steve Bannon. Ma la popolazione locale non ci sta.

26. Nella palestra di judo di Scampia: Non siamo Gomorra, l'altra faccia del quartiere che si allena alla legalità.

La mappa interattiva

Liveblog