Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Road trip: "L'Erasmus mi ha cambiato la vita"

Road trip: "L'Erasmus mi ha cambiato la vita"
Dimensioni di testo Aa Aa

In Portogallo, sul nostro divano rosso che dà voce ai cittadini europei, si è seduto Pedro Lima, ex studente del progetto europeo Erasmus. Oggi il lusitano è un uomo d'affari e consulente in una delle maggiori compagnie di telecomunicazioni portoghese. "Nel 2004 fu una sfida per me partire in Estonia, a Tallin", racconta Lima ai nostri microfoni. "Volevo conoscere una nuova cultura e integrarmi. Ho conosciuto un'Estonia molto simile al Portogallo, e sono riuscito anche a farmi dei buoni amici. Ho imparato a guardare le cose in modo diverso e ho conosciuto un Paese in crescita, che stava per entrare nell'Unione europea e che mi ha aiutato. Sono tornato a casa con la voglia di crescere e questo ha avuto un impatto sul resto della mia vita, nel lavoro, nelle esperienze lavorative all'estero. Ancora oggi, dopo tanti anni, il mio Erasmus influenza la mia vita".

Per quanto riguarda il Portogallo, il suo ingresso nell'Unione europea ha avuto un impatto positivo o negativo? "Direi che quasi tutto è stato positivo. Siamo passati dall'essere un piccolo Paese, in un angolino dell'Europa, ad avere degli sviluppi positivi", spiega il giovane lusitano. "Alcune barriere sono cadute gradualmente. Siamo entrati nell'Unione nell'86 e poi, più tardi con Maastricht e altre cose, con la caduta dei quattro pilastri, siamo finiti con l'avere l'accesso a tutte le cose positive che erano già state fatte prima del nostro ingresso. Ovviamente ci sono anche aspetti negativi. Abbiamo guadagnato alcuni vizi, per così dire, alcuni fondi non sono stati usati al meglio. Ma credo che siamo riusciti a trarre benefici da tutto ciò che gli altri Paesi avevano creato".

Per l'itinerario del nostro Road trip, cliccate qui.