ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Road Trip Spagna: con i camionisti sulle strade d'Europa

Road Trip Spagna: con i camionisti sulle strade d'Europa
Dimensioni di testo Aa Aa

La seconda tappa spagnola del Road Trip di Euronews, un viaggio di dieci settimane in vista delle elezioni europee, ci porta sulle strade percorse ogni giorno da centinaia di migliaia di camionisti.

Da Badajoz a Almendralej, nel cuore dell'Extremadura, la corrispondente di Euronews Anelise Borges viene accompagnata da due autisti, Daniel Rodríguez e Jose Polo, che a bordo del loro Tir raccontano le difficoltà di un mestiere che richiede sacrifici.

"È comunque una passione, altrimenti non si potrebbe fare una vita così - dice Jose - Lontani dalla famiglia 24 ore al giorno, a volte ti si spezza il cuore quando è il momento di salutare moglie e figli".

Si accetta per portare lo stipendio a casa: "Nei mesi buoni 1700 euro, ma una volta si guadagnava di più", aggiunge il camionista. La concorrenza della manodopera a basso costo, in particolare dai Paesi dell'est europeo, ha complicato le cose. Oggi il settore affronta uno dei suoi peggiori momenti di crisi, con il 40% dei posti - secondo il sindacato europeo del Trasporto su strada - che rimarrà vacante. Gli orari lunghi e la paga sempre più bassa non hanno più attrattiva, soprattutto per i giovani.

Alle urne per chiedere più diritti

Poche categorie, come i camionisti, hanno potuto toccare con mano i vantaggi del mercato unico e della moneta comune: "Prima era molto più complicato viaggiare, con lunghe attese alla dogana e continui cambi di valuta", raccontano Jose e Daniel.

Rimangono le differenze: "Per gli stipendi, soprattutto. La nostra paga non è di certo paragonabile a quella di un camionista tedesco. A volte ti chiedi perché stare in Europa".

Nonostante questo, entrambi concordano sulla necessità di andare alle urne. "Voteremo, per chiedere più diritti per i lavoratori".

Clicca qui per vedere tutte le tappe del nostro viaggio in Europa prima del voto!