Tasse di soggiorno più salate tra le misure anti sovraffollamento in Ue

Folla in Piazza San Marco, Venezia.
Folla in Piazza San Marco, Venezia. Diritti d'autore Canva
Diritti d'autore Canva
Di Emese Maczko Agenzie:  Wealth of Geeks via AP
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Da Venezia ad Amsterdam, le nuove disposizioni in vigore in alcune città per ridurre il numero di turisti

PUBBLICITÀ

È stata rinviata al 2025 l'autorizzazione di viaggio online Etias che sarà operativa in Europa a metà del prossimo anno. Simile all'Esta degli Stati Uniti, fisserà un tetto nel numero di viaggiatori provenienti da Paesi non appartenenti all'Unione europea verso trenta Stati europei, tra cui Francia, Germania, Grecia, Italia, Portogallo e Spagna. Al costo di 7 euro l'una, le autorizzazioni si tradurranno anche in una cifra considerevole per le casse dei Paesi visitati.

Le città europee più gettonate, intanto, continuano a confrontarsi con le sfide dell'overtourism e scelgono di andare oltre le soluzioni finanziarie fornite dalle tasse di soggiorno.

Queste ambite destinazioni stanno mettendo in campo strategie inedite e innovative volte non solo a gestire il sovraffollamento, ma anche a preservare il loro patrimonio culturale, a proteggere l'ambiente e a mantenere la qualità della vita dei loro residenti.

Le nuove misure anti-turismo ad Amsterdam

Amsterdam sta aumentando la tassa di soggiorno al 12,5 per cento del costo dell'alloggio. Ciò significa che una camera dal costo di 120 euro comporterà una tassa potenziale di 15 euro a notte. Rispetto all'attuale 7 per cento, si tratta dell'aliquota più alta d'Europa. L'aumento si applica a tutte le strutture ricettive, dagli hotel e bed & breakfast ai campeggi.

Il 2024 significa anche ulteriori misure per combattere l'overtourism ad Amsterdam. La città ha vietato l'accesso al centro agli autobus di peso superiore a 7,5 tonnellate, ad eccezione di quelli con esenzioni speciali, e ha aumentato la tassa per i passeggeri delle navi da crociera che visitano la città per un giorno da 8 a 14 euro a persona.

La capitale dei Paesi Bassi ha inoltre vietato l'apertura di nuovi b&b in alcuni quartieri centrali per risolvere il crescente problema degli alloggi.

Barche sul fiume di Amsterdam
Barche sul fiume di AmsterdamCanva

Parigi impone un aumento senza precedenti della tassa di soggiorno

La tassa di soggiorno aParigi aumenterà del 200 per cento nel 2024. Secondo il notiziario France24, l'aumento rientra nel piano del governo di finanziare il potenziamento dei trasporti pubblici.

La città ospiterà le Olimpiadi del 2024 dal 26 luglio all'11 agosto, attirando l'attenzione di tutto il mondo. Gli alberghi di Parigi hanno già aumentato le loro tariffe per la durata dell'evento. L'aumento della tassa incrementerà ulteriormente il costo di un soggiorno nella capitale francese. Ma riuscirà a combattere l'overtourism?

Invece di restrizioni, limitazioni e divieti, la Francia intende adottare un approccio positivo. "Se vogliamo decongestionare i siti sovraffollati, dobbiamo valorizzare altredestinazionie altri itinerari turistici", ha dichiarato Olivia Grégoire, ministro delegato alle Pmi, al commercio, all'artigianato e al turismo della Francia, in un'intervista al quotidiano Le Figaro.

Il Paese sta adottando un approccio innovativo per affrontare il problema dell'overtourism: coinvolgendo gli influencer per mettere in evidenza le aree meno visitate, spera di diminuire l'interesse per le mete più gettonate. Riconoscendo l'influenza significativa che esercitano sul pubblico, il governo francese è intenzionato a valorizzare attraverso di loro esperienze uniche e fuori dai sentieri battuti, come gli eco-lodge francesi o i siti di glamping.

Venezia inasprisce le norme sui tour di gruppo

In quanto patrimonio dell'umanità dell'Unesco, Venezia risente molto dell'overtourism, nonostante il divieto d'accesso alle grandi navi da crociera introdotto nel 2021.

Per combattere l'afflusso di visitatori giornalieri, la città lagunare introdurrà presto una nuova tassa di accessoper i turisti che visitano senza pernottare. Ogni visitatore pagherà 5 euro al giorno dalle 8.30 alle 16. La città sperimenterà questa tassa per dieci giorni nei mesi di maggio, giugno e luglio 2024.

Venezia ha anche annunciato che limiterà i gruppi di turisti a piedi a 25 persone e vieterà gli altoparlanti perché fonte di disturbo. L'entrata in vigore è prevista per il primo giugno, in linea con la campagna Detourism volta a promuovere una Venezia meno nota ai visitatori.

Venezia potrebbe unirsi a Roma e a Firenze nella limitazione del numero di proprietà in affitto a breve termine. Nel giugno 2023, il ministero italiano del Turismo ha presentato la prima bozza di una proposta di legge per regolamentare gli affitti turistici a breve termine in tutta Italia, compresi gli annunci Airbnb.

Numero massimo di visitatori all'Acropoli di Atene

Nel settembre 2023, la ministra greca della Cultura Lina Mendoni ha annunciato un tetto massimo di 20mila visitatori giornalieri per il Museo dell'Acropoli di Atene. La media precedente era di 23mila visitatori al giorno. Il nuovo programma è in prova fino al primo aprile.

Segue l'esempio di molte altre località europee che hanno introdotto un tetto massimo di visitatori giornalieri negli anni precedenti, come il Louvre a Parigi, in Francia, il Parco Nazionale delle Calanques a Marsiglia, in Francia, Villa de Balbianello vicino al Lago di Como, in Italia e il centro storico di Dubrovnik, in Croazia.

Il Portogallo pensa a ulteriori azioni per le compagnie di crociera

Alla fine dello scorso anno, Carlos Moedas, sindaco di Lisbona, ha annunciato una nuova tassa di soggiorno di due euro a persona per tutti i passeggeri delle navi da crociera, la stessa tassa che paga ogni ospite di un hotel.

Ha aggiunto che le entrate derivanti da questa tassa "saranno utilizzate per pulire la città, per avere spazi verdi e rappresenta una strategia per il futuro della città". Le nuove tasse sono entrate in vigore il primo gennaio 2024.

PUBBLICITÀ

Portugal News riporta che il sindaco ha indicato che se gli operatori crocieristici non si adegueranno, userà la sua autorità per rendere più difficile il loro ingresso. Ciò potrebbe significare ulteriori misure in arrivo nel 2024.

Questo è in linea con l'annuncio di fine anno del Turismo de Portugal (l'ente del turismo portoghese ), che ha posto la sostenibilità e l'autenticità in primo piano nella sua strategia di promozione per il 2024. Un approccio che prevede la valorizzazione degli eco-lodge del Paese e di molte altre esperienze di viaggio sostenibili e autentiche.

Inoltre, per la prima volta si utilizzerà anche TikTok, con l'obiettivo di ispirare le persone su più canali a esplorare le diverse regioni del Portogallo al di là del fascino urbano di Lisbona.

Dublino vuole incrementare il proprio numero di turisti

Mentre alcune città europee continuano a essere destinazioni di viaggio popolari, vale la pena considerare altre città che offrono esperienze altrettanto straordinarie ma meno popolari, e di conseguenza meno affollate. Queste destinazioni alternative offrono opportunità uniche da esplorare senza affrontare l'overtourism. Nel 2024 hanno persino adottato misure per attirare più turisti.

Nel dicembre 2023, l'aeroporto di Dublino ha compiuto un passo significativo per accogliere il numero crescente di viaggiatori. L'aeroporto ha presentato una domanda per aumentare la sua capacità annuale di passeggeri da 32 milioni a 40 milioni. Questa mossa è indicativa della volontà di Dublinodi aumentare il numero di visitatori nell'Isola di smeraldo.

PUBBLICITÀ
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Viaggi economici: La Germania continua a offrire il Deutschlandticket per i trasporti pubblici a 49 euro nel 2024

Turismo: nel 2024 più viaggi in Europa meglio se sostenibili

Romania e Bulgaria entreranno nello spazio Schengen: cosa cambierà per i viaggiatori