Viaggi economici: La Germania continua a offrire il Deutschlandticket per i trasporti pubblici a 49 euro nel 2024

Un uomo passa davanti a una pubblicità del Deutschlandticket (biglietto per la Germania) in una stazione ferroviaria di Francoforte, in Germania, lunedì 1° maggio 2023.
Un uomo passa davanti a una pubblicità del Deutschlandticket (biglietto per la Germania) in una stazione ferroviaria di Francoforte, in Germania, lunedì 1° maggio 2023. Diritti d'autore AP
Di Charlotte Elton
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Nel 2024 i viaggiatori potranno ancora usufruire del biglietto per il trasporto pubblico tedesco da 49 euro.

PUBBLICITÀ

Da quando è stato lanciato nell'aprile dello scorso anno, il biglietto per il trasporto pubblico tedesco da 49 euro si è rivelato immensamente popolare. Oltre tre milioni di tedeschi hanno acquistato il "Deutschlandticket" nel primo mese dal suo rilascio. Il pass, che offre viaggi illimitati su tutti i trasporti pubblici locali e regionali, è stato definito dalle autorità come la "più grande riforma del trasporto pubblico nella storia della Germania ".

Il governo ha ora confermato che il biglietto continuerà a essere proposto anche nel 2024 e che il prezzo rimarrà invariato fino alla fine dell'anno.

L'anno scorso, i responsabili dell'azienda di trasporti avevano avvertito che il prezzo basso era insostenibile. Le aziende locali e regionali sono schiacciate dall'alta inflazione, ha spiegato Ingo Wortmann, capo dell'autorità dei trasporti MVG di Monaco, ma i ricavi dei biglietti rimangono bassi. "Finora la politica ha assorbito la differenza rispetto alle entrate precedenti per l'azienda di trasporti", ha dichiarato alla Abendzeitung, un quotidiano tedesco.

Cos'è il Deutschlandticket?

Conosciuto anche come "D-ticket", il pass a basso costo costa attualmente 49 euro al mese, ovvero circa 1,60 euro al giorno. È valido su tutti gli autobus urbani, le metropolitane e i tram dei comuni di tutta la Germania, nonché sui trasporti a breve e media distanza, compresi i treni. Non può essere utilizzato per i treni a lunga percorrenza gestiti da DB Fernverkehr AG (incluso RE) o da altri fornitori come FlixTrain (IC, EC, ICE). Il pass mensile è il successore del biglietto da 9 euro al mese sperimentato nell'estate del 2022.

Introdotto per combattere l'aumento dell'inflazione dopo l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia, il pass ultra-economico è stato estremamente popolare. Sono stati venduti oltre 52 milioni di biglietti per i viaggi di giugno, luglio e agosto.

Treni del trasporto pubblico della S-Bahn di Berlino parcheggiati sui binari a Berlino, Germania. I tram sono inclusi nell'abbonamento mensile.
Treni del trasporto pubblico della S-Bahn di Berlino parcheggiati sui binari a Berlino, Germania. I tram sono inclusi nell'abbonamento mensile.AP Photo

L'associazione tedesca delle aziende di trasporto VDV sostiene che solo i quei tre mesi si siano risparmiate circa 1,8 milioni di tonnellate di emissioni di carbonio. Il prezzo di 9 euro era insostenibile a lungo termine, ma anche il biglietto da 49 euro è molto popolare, tanto da mandare in tilt il sito web della Deutsche Bahn quando è stato lanciato.

Sui 3 milioni di persone che lo hanno acquistato nel primo mese dal lancio, almeno 750.000 non avevano mai sottoscritto un abbonamento per il trasporto pubblico. L'anno scorso, le proposte di aumento del prezzo sono state accolte da una feroce opposizione politica.

Nikolaus Gradl, esperto di traffico del Comune di Monaco, ha definito "assurda" l'idea di un aumento. "Per noi un aumento dei prezzi non è un'opzione", ha dichiarato alla Abendzeitung. Per ora, il governo federale e quello statale continueranno a finanziare il programma, alleviando l'impatto che l'inflazione e i costi dei materiali hanno sulle aziende di trasporto pubblico.

La coalizione al governo sta attualmente lavorando a una "regola per le famiglie" che consentirebbe ai possessori di biglietti di portare con sé un altro adulto e fino a tre bambini di età compresa tra i sei e i 14 anni in determinati orari.

Se le aziende di trasporto lo accettano, questa regola si applicherebbe nei fine settimana, nei giorni festivi e dopo le 20.00 nei giorni feriali.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Tasse di soggiorno più salate tra le misure anti sovraffollamento in Ue

Norwegian cruise line abbandona Venezia: dove si fermeranno le navi?

Dalle Baleari a Bacoli, il messaggio in bottiglia percorre duemila miglia