EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Turchia, giorno decisivo per la sfida Erdoğan-Kiliçdaroglu

La sfida tra il presidente uscente e il candidato delle opposizioni.
La sfida tra il presidente uscente e il candidato delle opposizioni. Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di Euronews con Ansa
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Per il momento i sondaggi sembrano favorire il presidente uscente, ma nulla è ancora deciso.

PUBBLICITÀ

64 milioni di Turchi sono chiamati alle urne questa domenica per il ballottaggio di un'elezione decisiva, in cui dovranno scegliere tra il presidente in carica Reçep Tayyip Erdoğan(69 anni), al potere da ormai vent'anni, e Kemal Kiliçdaroglu (74 anni), candidato dei partiti di opposizione.

Una sfida cruciale per il futuro del Paese, anche perchè Kiliçdaroglu è una delle poche figure di opposizione a Erdogan emerse in questi ultimi anni. "Invito tutti i cittadini ad andare alle urne per liberarci da un regime autoritario e per l'arrivo della libertà e della democrazia", ha detto il candidato in una conferenza stampa dopo avere votato ad Ankara, la capitale, dove gode di un importante sostegno. Erdogan, invece, ha votato nella sua roccaforte Istanbul.

Erdogan favorito

I sondaggi e i numeri sembrano favorire il presidente uscente. Durante il primo turno, il 14 maggio, l'affluenza è stata superiore all'87% degli aventi diritto, Erdogan è arrivato primo con il 49,5% dei consensi, Kilicdaroglu ha ottenuto quasi il 45% dei voti mentre Sinan Ogan, politico di destra nazionalista che ha poi deciso di sostenere il presidente uscente al ballottaggio, si è classificato terzo con poco più del 5% dei consensi. A Erdogan ora basterebbe 0,5% in più per superare la soglia fatidica del 50% delle preferenze.

Votano anche i sopravvissuti al terribile terremoto del 6 febbraio scorso, in cui hanno perso la vita 50.000 persone solo in Turchia. Per gli oltre due milioni di sfollati sono stati predisposti seggi elettorali prefabbricati.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Mitsotakis e Erdogan ad Ankara: continuano i colloqui per normalizzare i rapporti tra i Paesi

"Turchi ingrati", così i sostenitori di Erdoğan dopo la sconfitta a Istanbul e Ankara

Turchia: elezioni amministrative al via, un morto e 12 feriti in Kurdistan