ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: i numeri in Europa alla vigilia della Fase 2

euronews_icons_loading
Virus Outbreak Spain
Virus Outbreak Spain   -   Diritti d'autore  Manu Fernandez/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Regno Unito

La Fase 2 è ancora lontano oltre-manica che nelle ultime ore conta nel bilancio covid-19 anche i morti nelle Rsa raggiungendo oggi quota 26 e 100 decessi da coronavirus.

A annunciarlo nella conferenza stampa giornaliera il ministro degli Esteri Dominc Raab che ha fatto le veci del premier quando Johnson era ricoverato al Saint Thomas per l'infezione.

Le morti sono imputabili ai contagi avvenuti tra il 2 marzo e il 28 aprile, non si registra un impennata nei decessi ma è ancora presto per parlare di allentamento delle misure restrittive, ha precisato il ministro che ha aggiunto:

"Quindi questo problema del secondo picco e la necessità di evitarlo, non è un rischio teorico e non è qualcosa che è limitato solo al Regno Unito. Avendo allentato le restrizioni in Germania nell'ultima settimana, si è notato un aumento del tasso di trasmissione del coronavirus. La cancelliera Merkel l'ha dichiarato pubblicamente e ha chiarito che potrebbero aver bisogno di un secondo blocco se l'indice del contagio dovesse continuare ad aumentare ".

Italia

Sono 323 i morti in Italia e salgano in totale a 27 682, stabile anche il numero delle guarigioni giornaliere, mentre rallentano i ricoveri in generale. In ospedale ci sono ancora oltre 19 mila persone di cui 1795 in terapia intensiva.

La Fase 2 che in Italia si apre lunedì prossimo monopolizza il dibattito pubblico, il commissario straordinario per l'emergenza, Domenico Arcuri, alla Camera dei deputati ha dichiarato che oggi in Italia ci sono il doppio dei ventilatori necessari così come i posti in terapia intensiva sono passati da 5,200 a 9000.

Un bagaglio che non guasta in vista di una recrudescenza dell'infezione e di qualsiasi urgenza sanitaria.

Francia

Sono 427 invece i morti nelle ultime 24 ore in Francia, diminuiscono i ricoveri in terapia intensiva passati a 180 e in totale oltralpe si contano 24 mila e 100 morti. La fase due in Francia dovrebbe iniziare l'11 maggio, ma solo se gli indicatori incontreranno le aspettative del governo altrimenti si slitterà e si riaprirà per gradi.