ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Boris Johnson torna al lavoro, dopo il Covid 19

euronews_icons_loading
Boris Johnson torna al lavoro, dopo il Covid 19
Diritti d'autore  AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo due settimane di isolamento e un ricovero per curarsi dal coronavirus, il primo ministro britannico Boris Johnson ha fatto rientro al suo lavoro a Downing Street. Parlando dell'alleggerimento eventuale delle misure di blocco ha invitato alla pazienza, per evitare, ha detto, di rendere vani i sacrifici fatti finora.

"So che restare in isolamento è difficile e voglio far ripartire l'economia il più velocemente possibile, ma mi rifiuto di buttare via gli sforzi e il sacrificio del popolo britannico, e di rischiare un secondo picco che causerebbe un'enorme perdita di vite umane travolgendo il Servizio sanitario nazionale. A tutti chiedo di essere pazienti perché credo che stiamo arrivando alla fine della prima fase di questa crisi, nonostante le enormi sofferenze ci siamo quasi riusciti".

Alla fine di marzo i sintomi del virus avevano costretto Johnson ad autoisolarsi per due settimane, poi l'aggravarsi delle condizioni ha spinto i medici a disporre un ricovero al St. Thomas Hospital, dove ha trascorso tre notti in terapia intensiva.

Dimesso dall'ospedale il 12 aprile, ha trascorso un periodo di recupero nella sua residenza di campagna. Nel paese l'allarme coronavirus resta alto. Sono più di 149.000 i contagi registrati e oltre 20.000 i morti.