ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Francia: le aziende si reinventano

euronews_icons_loading
Francia: le aziende si reinventano
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Da settimane, in Francia come altrove, una delle domande ricorrenti è: dove sono le mascherine? Si attendevano ingenti arrivi dall'Asia e alcuni quantitativi soo stati importati. Dopo un mese di confinamento la domanda rimane la stessa, ma la risposta potrebbe essere cambiata. A Cessieu, a mezza strada fra Lione e Chambery, quest'azienda che produceva pezzi per auto e aerei, si è reinventata e adesso produce mascherine. Sono riutilizzabili e rispettano gli standard imposti dal ministero della sanità francese.

Jean-Marc Sénécot: "Ogni volta che questo tessuto è lavato, testiamo che il filtro resti efficiente. Questi standard potrebbero essere usati n tutta Europa. Abbiamo già discussioni con partner in altri paesi europei".

Appena un mese fa quest'azienda non sapeva nulla di mascherine. Per affrontare la sfida e lanciarsi nel nuovo business l'azienda si è dovuta reinventare e riorganizzare l'intera struttura.

André Genton: "Abbiamo acquistato nuovi macchinari e stiamo cominciando a ricevere le materie prime. Materie che non eravamo soliti trattare e stoccare. Alcuni collaboratori hanno dovuto apprendere a lavorare con materiali nuovi e lavorare in modo diverso. Questi collaboratori si sono messi in gioco e lo hanno fatto velocemente".

Guillaume Petit, euronews: "Il risultato è che la produzione di mascherine è aumentata da 100.000 unità a settimana fino a un milione. La compagnia si attende di vendere ben presto il proprio prodotto in tutta Europa".

Un aumento della produzione d cui beneficiano anche i collaboratori. Il 70% d loro ha potuto mantenere il proprio posto di lavoro con il salario intatto evitando la cassa integrazione.

Virginie Vella collaboratrice: "Sappiamo che tanta gente è disoccupata. Sapere che realizziamo mascherine ci dà una motivazione diversa".

Finora 7 compagnie nela regione stanno lavorando duro per rispondere alla richiesta della Regione Auvergne Alpi Rodano e fornire 9 milioni di mascherine per gli oltre otto milioni di abitanti.