EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Il presidente Aliyev esorta i Paesi produttori di petrolio a pagare di più per il clima

Il presidente Aliyev esorta i Paesi produttori di petrolio a pagare di più per il clima
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Mentre l'Azerbaigian continua il conto alla rovescia per ospitare la COP29, parliamo con il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev delle sue ambizioni in quanto presidente di un Paese ospitante e delle azioni necessarie per affrontare il cambiamento climatico.

PUBBLICITÀ

Mentre l'Azerbaigian continua il conto alla rovescia per ospitare la COP29, parliamo con il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev delle sue ambizioni in quanto presidente di un Paese ospitante e delle azioni necessarie per affrontare il cambiamento climatico. Parlando al Petersberg Climate Dialogue a Berlino, ha discusso di una collaborazione strategica con l'UE e dell'importanza del fatto che un Paese produttore di combustibili fossili ospiti la COP. Ha inoltre esortato i Paesi produttori di petrolio a pagare di più per affrontare il problema.

Il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev ha invitato i Paesi produttori di petrolio a pagare di più per aiutare ad affrontare i problemi climatici globali. Parlando al 6° Petersberg Climate Dialogue, ha affermato: "La solidarietà è una parte integrante del finanziamento e delle modalità di successo". E ha aggiunto: "Ogni Paese, a seconda delle proprie possibilità economiche e a seconda del programma, dovrebbe fare la propria parte".

L'Azerbaigian si sta preparando per ospitare la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, la COP29, che si terrà questo novembre a Baku. Il presidente Aliyev ha parlato delle ambizioni che i Paesi nutrono per l'evento. “Vogliamo creare un ambiente in cui tutte le parti si sentano a proprio agio. Abbiamo molta esperienza nel colmare i divari nel Movimento dei non allineati.” Ha anche sottolineato l'importanza della cooperazione transfrontaliera, affermando: "Stiamo collaborando attivamente con i Paesi dell'Unione europea. Abbiamo firmato un accordo di collaborazione strategica".

La produzione e l'uso di combustibili fossili hanno dominato il programma della COP28, che si è tenuta l’anno scorso negli Emirati Arabi Uniti. Il presidente Aliyev ritiene che sia uno sviluppo positivo avere i Paesi produttori di combustibili fossili al timone della COP e spera che ciò agevolerà le transizioni. “Non giudicateci per quello che abbiamo. Giudicateci per il modo in cui trattiamo ciò che abbiamo, per i nostri piani", ha detto e poi ha aggiunto: "Stiamo già collaborando con molti Paesi produttori di petrolio per creare una sorta di pacchetto solidario prima della COP ".

La collaborazione internazionale sarà inoltre rafforzata dalla Troika, un sodalizio fra le presidenze degli Emirati Arabi Uniti (COP28), dell'Azerbaigian (COP29) e del Brasile (COP30), per promuovere la cooperazione e incentivare le ambizioni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il Forum interculturale di Baku mira a promuovere il rispetto e la comprensione tramite il dialogo

Pace e sicurezza globale all’ordine del giorno al Forum mondiale sul dialogo interculturale

Il porto di Baku: il polo eurasiatico che vuole espandersi e accelerare la crescita