EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Balcani, ondata di calore: niente elettricità e disagi per residenti e turisti

Un uomo si rinfresca in una fontana pubblica a Belgrado, in Serbia, venerdì 21 giugno 2024.
Un uomo si rinfresca in una fontana pubblica a Belgrado, in Serbia, venerdì 21 giugno 2024. Diritti d'autore Darko Bandic/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Darko Bandic/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Euronews Agenzie:  AP
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

L'Europa sudorientale è stata colpita da un'ondata di caldo stagionale e da interruzioni della corrente elettrica. Previsioni negative fino al fine settimana

PUBBLICITÀ

Una grave interruzione della rete elettrica, durata diverse ore, ha paralizzato venerdì gran parte dei Balcani, mentre l'Europa orientale e meridionale è stata colpita da un'ondata di caldo che ha fatto salire le temperature a oltre 40 gradi Celsius (°C).

In Montenegro, le autorità hanno dichiarato un'allerta nazionale nella distribuzione di energia elettrica. Problemi simili sono stati segnalati in Bosnia, Albania e nella parte costiera della Croazia.

Nada Pavićević, portavoce della società statale di distribuzione di energia elettrica del Montenegro, ha descritto l'interruzione come un "disturbo di proporzioni regionali" e ha detto che le autorità stanno ancora lavorando per accertarne le cause.

Le cause dei black out elettrici nei Balcani

L'azienda elettrica statale della Bosnia ha dichiarato che l'interruzione è stata causata da problemi in una linea di distribuzione regionale, mentre l'azienda elettrica statale dell'Albania ha affermato che il problema è stato causato dal "caldo estremo".

Come spesso accade con l'arrivo delle temperature estive, la rete elettrica si sovraccarica a causa dei consumi eccessivi di elettricità, in particolare per l'uso di condizionatori.

Inoltre Montenegro, Croazia, Bosnia e Albania condividono la costa del Mar Adriatico e le reti elettriche della regione rimangono interconnesse come ai tempi della Jugoslavia.

"L'intero sistema di reti elettriche dell'Europa continentale è collegato, e questo a volte ha i suoi vantaggi ma anche i suoi difetti", ha dichiarato Danko Blažević, responsabile delle reti elettriche della Croazia.

"Il vantaggio è che si può importare, esportare e vendere energia, ma il difetto è che quando c'è un guasto, la corrente passa da un sistema all'altro", ha aggiunto.

Un'agente di polizia dirige il traffico manualmente durante un'interruzione della corrente a Sarajevo, in Bosnia (21 giugno 2024)
Un'agente di polizia dirige il traffico manualmente durante un'interruzione della corrente a Sarajevo, in Bosnia (21 giugno 2024)AP

I disagi dovuti al caldo e alla mancanza di elettricità nei Balcani

L'interruzione ha causato ingorghi anche nella capitale bosniaca, Sarajevo, con tram fermi e semafori non funzionanti. Un ingorgo simile è stato segnalato nella città portuale croata di Spalato.

Nella città costiera croata di Dubrovnik, migliaia di turisti sono rimasti bloccati a metà pomeriggio, con ristoranti, pub, supermercati, gelaterie e altri esercizi commerciali che hanno chiuso i battenti durante l'interruzione.

I tifosi di calcio, radunati nei pub per guardare le partite del campionato europeo in Germania, si sono ritrovati senza schermi funzionanti.

Il malfunzionamento della rete elettrica, iniziato poco dopo mezzogiorno di venerdì, è avvenuto mentre le varie autorità nazionali avvertivano i cittadini di essere prudenti, di bere acqua e di evitare il sole a causa delle temperature estremamente elevate.

Quando terminerà l'ondata di caldo nei Balcani

I meteorologi hanno spiegato che il calore di questa settimana è arrivato dall'Africa, trasportando particelle di sabbia che hanno creato uno strato simile a una nuvola, che ha reso il caldo più soffocante.

Sebbene le estati calde siano normali nei Balcani, in genere le temperature non raggiungono questi livelli già a metà giugno.

All'inizio della settimana, le autorità della Macedonia settentrionale hanno imposto misure di emergenza fino a domenica, dopodiché il caldo dovrebbe diminuire.

In Croazia l'ondata di calore ha raggiunto il suo picco venerdì, prima di un cambiamento di tempo previsto per il fine settimana che potrebbe scatenare tempeste.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Allerta temperature oltre i 40 gradi: cosa succede al corpo quando fa troppo caldo

Emergenza incendi in Bulgaria e Macedonia del Nord, si mobilita Bruxelles

Maltempo, evacuata Cogne: militari al lavoro in Svizzera, morti per le piogge in Montenegro