EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

"All eyes on Rafah", in milioni condividono l'immagine AI sui social dopo le stragi alle tendopoli

L'immagine condivisa sui social media
L'immagine condivisa sui social media Diritti d'autore Instagram/shahv4012
Diritti d'autore Instagram/shahv4012
Di Maria Michela Dalessandro
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Dopo il raid israeliano del 26 maggio su una tendopoli di sfollati a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, milioni di persone hanno condiviso sui social un'immagine realizzata con l'AI. Compresi influencers, sportivi e celebrità

PUBBLICITÀ

Sono decine di milioni le condivisioni tramite storie di Instagram in meno di 48 ore per un'immagine generata dall'intelligenza artificiale diventata tra le più virali di sempre.

"All eyes on Rafah" (Occhi puntati su Rafah), pubblicata la prima volta da un utente in Malesia (shahv4012), mostra la scritta su quella che sembra una sterminata tendopoli ai piedi di montagne innevate e un'ombra in secondo piano. Il contenuto, condiviso da oltre quaranta milioni di utenti Instagram in meno di due giorni, è stato realizzato dopo il raid israeliano su una tendopoli di sfollati di Rafah nella notte tra il 26 e il 27 maggio. Nell'attacco sono morte 45 persone e ne sono state ferite centinaia. Al social di proprietà di Meta hanno fatto seguito milioni di post con la stessa immagine su Facebook, X e TikTok.

All eyes on Rafah: dove nasce lo slogan

Dall'attrice della serie Bridgerton Nicola Coughlan alla cantante Dua Lipa, l'influencer italiana Chiara Ferragni e la star di Bollywood Varun Dhawan. Sono solo alcuni dei volti noti che nelle ultime ore hanno condiviso l'immagine "All eyes on Rafah". A rendere unico il contenuto è l'essere arrivato anche a milioni di persone, famose e non, che dal 7 ottobre non si erano espresse sul conflitto tra Israele e Hamas. Le ricerche su Google di "Rafah", "All eyes on Rafah" e "All eyes on Rafah cosa significa" hanno subito un'impennata nelle ultime 48 ore.

Lo slogan "All eyes on Rafah" nasce probabilmente da un commento di Rik Peeperkorn, direttore dell'Ufficio per i territori palestinesi occupati dell'Organizzazione mondiale della sanità. "Tutti gli occhi sono puntati su Rafah", aveva detto Peeperkorn lo scorso febbraio dopo l'ordine di evacuazione della città nel sud dell'enclave da parte del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu.

All eyes on Rafah: la risposta sui social a colpi di AI

Dopo il successo virale di "All eyes on Rafah", la risposta è arrivata online sempre a colpi di intelligenza artificiale. Ideato da Benjamin Jamon, il secondo contenuto mostra un miliziano di Hamas in piedi armato che sovrasta un bambino con i capelli rossi. Lo slogan questa volta legge, "Where were your eyes on October 7?" (Dove erano i vostri occhi il 7 ottobre?). Il riferimento è al massacro compiuto da Hamas nei kibbutz proprio il 7 ottobre. Anche questa immagine è stata condivisa da centinaia di migliaia di persone prima di essere stata rimossa.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza, carri armati nel centro di Rafah: Israele, Usa ed Europa divisi dopo attacchi a campi profughi

Gaza: nuovo attacco su Rafah, 21 morti, Jihad islamica pubblica video di un ostaggio israeliano

Rafah, Israele bombarda ancora la tendopoli degli sfollati: altri morti nella Striscia di Gaza