EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Perché ai francesi non piace Macron

Il Presidente francese Emmanuel Macron partecipa a una cerimonia alla Croce della Memoria martedì 18 giugno.
Il Presidente francese Emmanuel Macron partecipa a una cerimonia alla Croce della Memoria martedì 18 giugno. Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di Isabelle Repiton
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in francese

La decisione di sciogliere l'Assemblea nazionale non è stata compresa dai francesi ed è vista come un atto di arroganza da parte di Macron, secondo l'analista Alain Duhamel. "Fuori dal mondo", "narcisista", "disconnesso": gli elettori non sono gentili con il loro presidente

PUBBLICITÀ

Dopo il 9 giugno l'opinione che i francesi avevano del presidente Emmanuel Macron è ulteriormente peggiorata. Anche prima delle europee non poteva definirsi positiva. Ma la decisione di sciogliere l'Assemblea nazionale e di indire le elezioni del 30 giugno e del 7 luglio non è stata compresa fino in fondo.

"Fuori dal mondo", "narcisista", "disconnesso": i francesi non hanno risparmiato critiche al loro presidente.

"Il rigetto nei del Presidente della Repubblica non è mai stato così alto", afferma Alain Duhamel, giornalista e saggista politico. L'autore di Prince Balafré - Emmanuel Macron et les Gaulois (très) réfractaires, pubblicato nel settembre 2023 (Edition de l'Observatoire), aveva già analizzato "l'odio contro Emmanuel Macron".

La decisione di sciogliere l'Assemblea nazionale francese e di convocare le elezioni legislative per il 30 giugno e il 7 luglio, annunciata la sera stessa delle elezioni del Parlamento europeo del 9 giugno, "simboleggia e rafforza l'antipatia dei francesi nei confronti del loro leader".

Il disincanto si riflette nel pessimo risultato ottenuto dalla lista del partito Renaissance del presidente alle elezioni europee: 14,6 per cento dei voti, dietro all'estrema destra, che ha ottenuto quasi il 40% dei voti, di cui il 31% per il Rassemblement National (Rn).

Una settimana dopo il 9 giugno, Emmanuel Macron aveva perso tra i 5 e i 7 punti di consenso, scendendo al 28 per cento stando a un sondaggio Ipsos. Al 26 secondo Ifop.

L'impopolarità è fisiologica per un presidente francese

Ma "tutti i presidenti sono stati impopolari, anche De Gaulle", ricorda Alain Duhamel. L'ondata di gradimento che segue la loro elezione spesso cede rapidamente il passo al disincanto della popolazione francese.

François Hollande, predecessore di Emmanuel Macron, è sceso sotto il 20 per cento durante il suo mandato. E il tedesco Olaf Scholtz non è più popolare nel suo Paese con solo il 27 per cento di opinioni favorevoli, secondo il sondaggio Ipsos per Euronews condotto nel marzo 2024 in 18 Paesi dell'Unione europea.

Oggi Macron perde slancio anche tra i suoi stessi sostenitori: ha perso 11 punti tra gli elettori che lo hanno scelto al primo turno nel maggio 2022.

"È tra i suoi elettori che è più forte l'incomprensione della sua decisione di sciogliere l'Assemblea. È stata percepita come un tradimento", afferma Duhamel.

Un odio personale per Emmanuel Macron

Oltre al rifiuto fisiologico, legato alla carica, all'opposizione alle politiche perseguite e al logorio del potere insito in un secondo mandato, c'è una "dimensione personale" che riguarda l'avversione nei confronti di Macron, spiega Alain Duhamel.

È la persona in sé, il suo carattere, a irritare i francesi. I candidati del suo partito alle prossime elezioni non espongono più il suo volto sui manifesti elettorali: affermare di essere vicini a lui è ormai impopolare.

Lo scioglimento dell'Assemblea è visto come "una reazione di orgoglio, una lezione data al popolo perché ha votato male", continua il saggista. Una lezione che ha ripetuto quando ha invitato i francesi a essere "responsabili ", esortandoli a votare contro gli estremisti, sia a destra che a sinistra, alle elezioni legislative.

Ciò rafforza l'immagine di un uomo arrogante, persino sprezzante, frettoloso e autoritario, che ha fatto passare riforme impopolari come l'innalzamento dell'età pensionabile. Un uomo "estraneo" alle preoccupazioni dei suoi concittadini, un "presidente dei ricchi" con un passato nelle banche d'investimento.

L'azzardo di Macron

Emmanuel Macron aveva detto di voler lasciare che il suo primo ministro Gabriel Attal guidasse la campagna per le elezioni legislative. Ma invece di mantenere un basso profilo, è onnipresente.

PUBBLICITÀ

La sua decisione improvvisa e inaspettata, descritta da molti osservatori in Francia come una "mossa di poker", e i suoi discorsi sul tema "o me o il caos", non solo stanno causando preoccupazione in gran parte della popolazione francese, ma anche "animosità e risentimento ", secondo Duhamel. Lungi dal tranquillizzare e unire le persone, sta alimentando l'isteria nel dibattito pubblico.

Le président français Emmanuel Macron lors de son discours à la session d'ouverture de la conférence African Vaccine Manufacturing Accelerator, jeudi 20 juin 2024 à Paris.
Le président français Emmanuel Macron lors de son discours à la session d'ouverture de la conférence African Vaccine Manufacturing Accelerator, jeudi 20 juin 2024 à Paris.Dylan Martinez/AP

Piccole frasi che rendono tese le persone

Su Le Prince Balafré, Duhamel lo aveva già descritto come "maldestro", "imprudente", che parla "troppo, troppo in fretta, troppo ad alta voce". Nel 2018 ha detto a un orticoltore disoccupato: "Attraverserò la strada e ti troverò (un lavoro)". E tante altre piccole frasi senza filtri che sono rimaste impresse nella memoria dei francesi come segni di una personalità sprezzante.

Secondo Le Monde, l'ex deputato di Renaissance Patrick Vignal ha detto a Macron, che lo aveva chiamato dopo il 9 giugno per valutare le reazioni allo scioglimento: "La gente ti odia".

Macron: Un leader apprezzato in Europa, per ora

Fuori dalla Francia, secondo un sondaggio Ipsos per Euronews condotto nel marzo 2024 in 18 Paesi dell'Unione Europea, Emmanuel Macron risultava come il leader europeo con le opinioni più favorevoli (41 per cento), subito dopo l'ucraino Volodymyr Zelensky (47 per cento).

PUBBLICITÀ

Questa popolarità potrebbe essere erosa se la sua trovata dovesse minare l'Europa permettendo a un governo di estrema destra di prendere il potere in Francia. La sua decisione viene descritta dalla stampa internazionale come un "azzardo folle" (Le Soir), "molto rischioso" che "prende in ostaggio l'Europa", un "pericolo immenso per l'Unione Europea" (Blick).

A meno che non siano i francesi a dover essere incolpati, come sostiene un editorialista italiano del quotidiano liberale Il Foglio. Macron ritiene che "l'odio dei francesi verso Emmanuel Macron sia psicoanalitico, poiché hanno eletto un riformista pur odiando il cambiamento".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Spagna, cittadini preoccupati per una vittoria dell'estrema destra alle elezioni francesi

Elezioni francesi: L'effetto sul mercato del debito sovrano europeo

Elezioni in Francia: i tedeschi si preparano a cambiamenti nella politica dell'Ue