EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Elezioni in Francia: Rn domina il primo turno, Macron al terzo posto, ballottaggi decisivi

Manifestazioni a Parigi
Manifestazioni a Parigi Diritti d'autore Louise Delmotte/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Louise Delmotte/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Jack Schickler
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Nessun partito o coalizione ha ottenuto la maggioranza assoluta nel primo turno, secondo i dati del Ministero dell'Interno francese. Secondo turno il 7 luglio. Qualsiasi candidato che abbia ottenuto più del 12,5 per cento dei voti può passare al ballottaggio

PUBBLICITÀ

Il Rassemblement National (Rn), partito di estrema destra guidato da Marine Le Pen e Jordan Bardella, ha vinto come previsto il primo turno delle elezioni legislative, secondo i risultati definitivi forniti dal Ministero dell'Interno francese.

Rn ha ottenuto il 33,1 per cento dei voti, con un leggero calo rispetto ai sondaggi della scorsa settimana che davano il partito al 36 per cento. A seguire il Nuovo Fronte popolare (Nfp), coalizione di sinistra che ha raggiunto il 28 per cento, mentre Ensable, la coalizione del presidente Emmanuel Macron scende al 20 per cento.

Ciò rappresenta un'impennata significativa per il partito di Le Pen, senza tuttavia raggiungere una maggioranza assoluta dei voti. L'Rn ha assorbito una parte dei repubblicani gollisti in questa tornata elettorali. Il resto del partito dei Repubblicani ha ottenuto il 6,7 per cento delle preferenze.

Éric Ciotti, leader della fronda repubblicana che ha fatto l'alleanza con il Rassemblement National, ha dichiarato che la vittoria "è in vista per portare Jordan Bardella a Matignon", la sede del primo ministro francese.**

In teoria dunque le destre, fatte salve le dinamiche dei ballottaggi tra una settimana, potrebbero ottenere abbastanza consensi per una maggioranza assoluta di seggi secondo le proiezioni: il solo Rn avrebbe 230-280 seggi con la soglia della maggioranza assoluta in Assemblea Nazionale a 289. Ma anche il centro con la sinistra potrebbe farcela.

Brutta serata per Eric Zemmour e il suo il partito Reconquête!, sceso sotto l'1 per cento dei voti.

Cosa succede dopo il primo turno elettorale?

La prossima settimana vedrà una quantità significativa di contrattazioni, con i candidati che potrebbero stringere patti elettorali o addirittura ritirarsi, il che significa che il risultato finale potrà apparire molto diverso.

Nel 2022, Macron ha ottenuto poco più del 25 per cento dei voti espressi al primo turno, ma ha finito per ottenere il 42 per cento dei seggi, finendo al primo posto, ma perdendo la maggioranza.

In un discorso pronunciato subito dopo la chiusura delle urne, Mélenchon ha promesso di ritirarsi da qualsiasi circoscrizione in cui si fosse classificato terzo, per evitare di dividere i voti e regalare altri seggi alla Le Pen.

Assemblea nazionale francese: come sono andate le elezioni del 2022

Alle elezioni del 2022 Ensemble, la coalizione del presidente Macron, aveva ottenuto il maggior numero di seggi perdendo però la maggioranza assoluta, fissata a quota 289 seggi. Seguiva Nupes, la coalizione di sinistra guidata da Jean-Luc Mélenchon e il Rassemblement National di Marine Le Pen con 18,7 per cento delle preferenze.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La sinistra francese si mobilita in vista del secondo turno delle legislative

Elezioni legislative francesi: futuro incerto per Macron dopo umiliante sconfitta

Francia, Jordan Bardella: "sarò il primo ministro di tutti i francesi"