EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Regno Unito, la protesta dei sostenitori della repubblica

Sostenitori della repubblica nel Regno Unito
Sostenitori della repubblica nel Regno Unito Diritti d'autore Jon Super/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Jon Super/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sabato 6 maggio grande manifestazione a Trafalgar Square. Centinaia di “repubblicani” si raduneranno per manifestare contro la monarchia, un’istituzione che ritengono corrotta

PUBBLICITÀ

Il giorno della sua incoronazione, sabato 6 maggio, la carrozza del re Carlo III passerà accanto alla statua di un altro monarca britannico, Carlo I, deposto e giustiziato nel 1649. In quel punto di Trafalgar Square, centinaia di “repubblicani” si raduneranno per manifestare contro la monarchia, un’istituzione che ritengono corrotta.

Graham Smith, è il leader del gruppo antimonarchico “Republic”. Racconta che “in piazza ci saranno almeno un migliaio di persone, o anche di più. Tutti avranno con cartelli gialli e bandiere grandi. Faremo tanto rumore e canteremo "Non il mio re" mentre passerà Carlo III. Terremo dei discorsi, ci sarà anche della musica, e cercheremo di mantenere l'atmosfera leggera. Ma il nostro obiettivo è farci sentire e non passare inosservati.”

Secondo i sondaggi, la maggioranza dei britannici vuole ancora un monarca, anche se il sostegno sta diminuendo in alcuni settori della società.

Kelly Beaver, CEO di Ipsos nel Regno Unito e in Irlanda sottolinea che “come è sempre stato storicamente, i giovani sono meno propensi a sostenere una monarchia, e poi oggi, con un numero più elevato di minoranze etniche, i favorevoli al re stanno diminuendo. Chi vive a Londra e in Scozia ha meno probabilità di essere pro-monarchia. Anche le classi medie sono sempre più favorevoli alla repubblica».

Indipendentemente dalle simpatie o meno nei confronti della Royal Family, molti cittadini britannici ritengono che questo non sia un momento per cerimonie e grandi eventi per un paese in crisi dopo la Brexit.

Milioni di occhi puntati sul Regno Unito. I fedelissimi della monarchia

È conto alla rovescia per l'incoronazione di re Carlo III del Regno Unito. I negozi di souvenir si riempiono non solo di turisti in visita, ma anche di cittadini inglesi, tutti alla ricerca di oggetti che alludano all'occasione.

In vista del grande giorno il Re e la Regina consorte Camilla, invece, stanno girando il Paese. I riti cerimoniali simbolici che ufficializzeranno la salita al trono di Carlo, avvenuta lo scorso settembre dopo la morte della regina Elisabetta II, saranno caratterizzati da usanze che risalgono a più di 1000 anni fa.

Buckingham Palace ha dichiarato che l'evento sarà modernizzato per riflettere il ruolo odierno della monarchia, ma manterrà le "tradizioni di lunga data e lo sfarzo" visto all'incoronazione della Regina Elisabetta nel 1953. Una lista di 2.200 ospiti potrà vedere da vicino ciò l'evento. Re Carlo III sarà il 40esimo monarca regnante dal 1066 a essere incoronato nell'abbazia di Westminster. Le cerimonia sarà condotta dall'arcivescovo di Canterbury, che incoronerà anche Camilla come regina consorte.

Il giorno successivo si terranno una serie di celebrazioni, tra cui feste di strada e un concerto serale. I pub e i bar potranno rimanere aperti per due ore in più e il lunedì sarà osservato come festa nazionale.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Regno Unito: re Carlo appare in pubblico per la messa di Pasqua, assenti William e Kate

Problemi di salute nella famiglia reale britannica, doppio ricovero per Kate Middleton e Re Carlo

Danimarca, la regina Margherita ha abdicato: Federico è il nuovo sovrano