EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Bakhmut, "troppo presto per parlare di accerchiamento" secondo Wagner

La battaglia per Bakhmut continua.
La battaglia per Bakhmut continua. Diritti d'autore Iryna Rubakova/AP
Diritti d'autore Iryna Rubakova/AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I combattimenti per la città continuano, con pesanti perdite da entrambi i lati.

PUBBLICITÀ

La battaglia per Bakhmut sembra essere vicina ad una conclusione, dopo mesi di combattimenti tra l'esercito ucraino e le forze di Mosca, aiutate dal gruppo mercenario Wagner. Le versioni sulla reale situazione sul campo però divergono...

Secondo il Cremlino, le truppe di Kiev sarebbero ormai tagliate fuori dai rifornimenti di personale militare e mezzi e l'esercito russo sarebbe sul punto di concludere l'assedio allontanando gli ultimi soldati ucraini ancora presenti in città.

"Ancora troppo presto per parlare di accerchiamento"

Per Il leader del gruppo Wagner, invece è ancora troppo presto per parlare del completo accerchiamento di Bakhmut", anche se "l'ottanta per cento della città sarebbe sotto il controllo russo", compresi tutti gli edifici amministrativi.

Affermazioni smentite dall'esercito ucraino, che riconosce di essere in una situazione difficile sul fronte di Bakhmut, ma senza parlare di sconfitta. Anzi Kiev sottolinea le importanti perdite inflitte all'esercito di Mosca: sarebbero circa 4.500 i soldati russi morti nelle ultime due settimane.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Pentagono: la talpa in tribunale, resterà in carcere sino all'udienza della prossima settimana

Ucraina: a Kharkiv morti e feriti, centrale nucleare di Zaporizhzhia rimasta con una linea elettrica

Guerra in Ucraina: almeno dieci civili morti a Kharkiv, Kiev colpisce raffineria di petrolio russa