EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

A Bakhmut ci sono ancora civili da evacuare

Bakhmut, ora i combattimenti si concentrano anche nella zona del municipio
Bakhmut, ora i combattimenti si concentrano anche nella zona del municipio Diritti d'autore Libkos/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Libkos/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Gianluca Martucci
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La città è ormai totalmente coinvolta nei combattimenti, che ora si concentrano anche nella zona del municipio della città. Restano meno di 5 mila residenti nella città che prima della guerra ne contava 70 mila

PUBBLICITÀ

Con l'avanzata dell'esercito di mercenari filorussi del gruppo Wagner la battaglia nella città ucraina di Bakhmut si intensifica anche nel cuore della città, nella zona del municipio. Il capo delle milizie Yevgeny Prigozhin ha dichiarato che la sua compagnia ha il pieno controllo del centro urbano e ha pubblicato un video in cui sosteneva di aver finalmente issato la bandiera russa sul palazzo dell'amministrazione cittadina. 

La guerra nella città si sposta di casa in casa e nessuna abitazione può dirsi illesa. Le autorità ucraine hanno stimato la presenza di un numero di civili compreso tra il migliaio e le 5 mila persone. Sono rimasti i residenti più ostinati, che non accettano di abbandonare la loro abitazione e che hanno creduto fino all'ultimo che la fine dei combattimenti fosse vicina.

Kiev smentisce che la città sia in mano alle forze russe, e afferma che queste ultime sono "molto lontane" dall'assicurarsene il controllo. Il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale statunitense, John Kirby, ha dichiarato ai giornalisti che l'esercito ucraino è ancora nel pieno della battaglia e che le truppe di Kiev non sono state ancora cacciate. 

Jet e armi in arrivo

La Polonia ha intanto confermato di aver completato la prima consegna a Kiev dei caccia di fabbricazione sovietica Mig-29. Si tratta del primo Paese alleato a fornire degli aerei da combattimento. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky si recherà a Varsavia dal presidente Andrzej Duda mercoledì 5 aprile per ringraziarlo e per discutere dei nuovi sviluppi nella cooperazione tra i due Paesi

Kirby ha anche affermato che entro la fine della settimana gli Stati Uniti annunceranno l'invio di nuove armi entro la fine della settimana

Essenziale è la difesa dagli attacchi dal cielo. Lo dimostrano le ultime incursioni nei cieli di Odessa, nel Sud del Paese, dove dei droni Shahed-136/131 di fabbricazione iraniana forniti alla Russia hanno colpito il porto. Kiev lavora per contrastare una nuova possibile offensiva. Le autorità locali martedì mattina avevano parlato di "danni", senza specificare. Il capo dell'amministrazione militare del distretto di Odessa, Yuriy Kruk, ha rimarcato che ora è importante prepararsi a una possibile seconda ondata di attacchi.

Mosca cerca un'altra Wagner?

Secondo l'ultimo bollettino dell'intelligence britannico sulla guerra in Ucraina la Russia starebbe cercando delle società militari private alternative a Wagner. Nella nota si legge che l'operazione "avviene nel contesto della faida di alto profilo tra il ministero della Difesa russo e il gruppo Wagner" e che "la leadership militare russa probabilmente vuole una PMC (Private Military Company, una compagnia militare privata) sostitutiva su cui avere un maggiore controllo". Ma "nessun'altra PMC russa conosciuta attualmente si avvicina alle dimensioni o al potere di Wagner", viene riportato.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: entrata in vigore la legge sulla mobilitazione, cosa prevede

Guerra in Ucraina: diecimila sfollati nella regione di Kharkiv

Guerra in Ucraina, Zelensky: "Situazione stabilizzata a Kharkiv", ma Mosca è avanzata di 10 km