ISW, i russi avanzano verso il centro di Bakhmut

Sasha Vakulina, Euronews
Sasha Vakulina, Euronews Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di Oleksandra VakulinaDebora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Secondo fonti britanniche è probabile che lretruppe di Mosca abbiano preso la riva ovest del fiume Bakhmutka

PUBBLICITÀ

Negli ultimi giorni, le forze russe hanno ripreso slancio nella battaglia per il controllo di Bakhmut. Dalla fine di marzo la loro avanzata si era in gran parte fermata, almeno così afferma il ministero della Difesa britannico. Nel suo aggiornamento quotidiano si legge che Mosca ora ha ottenuto ulteriori avanzamenti verso il centro della città, conquistando la riva occidentale del fiume Bakhmutka.

La principale via di rifornimento dell'Ucraina a ovest della città è probabilmente gravemente minacciata. Le forze regolari russe, comprese le truppe aviotrasportate, avrebbero rafforzato la presenza nell'area in modo da dare maggiore controllo alla Russia.

Secondo fonti di intelligence britanniche "esiste una possibilità realistica che, a livello locale, i comandanti del Gruppo Wagner e del Ministero della Difesa russo abbiano interrotto la loro faida in corso e migliorato la cooperazione".

L'Istituto per lo studio della guerra afferma che i comandanti russi stanno costruendo unità specializzate di dimensioni notevoli all'interno di formazioni chiave in prima linea impegnate in combattimenti urbani. Una mossa per rafforzare la ridotta efficacia in combattimento della maggior parte delle unità russe. 

Le forze di Mosca inoltre potrebbero schierare queste unità lungo la linea del fronte della città di Avdiivka-Donetsk. Allo stesso tempo, il think tank con sede negli Stati Uniti afferma che le immagini satellitari che arrivano dalla Crimea mostrano il ritiro di una quantità significativa di veicoli corazzati da combattimento, carri armati e sistemi di artiglieria trainata da un deposito a Medvedivka a 20 km a nord-est di Dzhankoy.

Il think tank statunitense non può confermare la loro destinazione in questo momento ma le forze russe potrebbero aver ritirato l'equipaggiamento dalla Crimea occupata per il ridispiegamento altrove nel sud dell'Ucraina per paura di una controffensiva di Kiev. 

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina, capo della Cia: "Subito aiuti a Kiev, potrebbe perdere la guerra entro la fine dell'anno"

Guerra in Ucraina: tre missili russi colpiscono la città di Chernihiv, almeno 14 morti e 61 feriti

Guerra in Ucraina, Mosca avanza sul fronte orientale. Zelensky: "alleati ci difendano come Israele"