ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Coronavirus: la diffusione dell'epidemia, tre casi in Francia

euronews_icons_loading
Coronavirus: la diffusione dell'epidemia, tre casi in Francia
Diritti d'autore  .
Dimensioni di testo Aa Aa

Dall'epicentro del contagio, il mercato di Wuhan messo in quarantena insieme all'intera città della Cina centrale, il coronavirus si sta diffondendo a una velocità che preoccupa la stessa Commissione sanitaria nazionale di Pechino.
Il bilancio delle vittime della patologia respiratoria è salito a 80 e i casi ufficiali di persone infette in tutto il Paese è di almeno 2500.

Gli italiani a Wuhan, epicentro del contagio

Gli italiani presenti a Wuhan potranno lasciare la città via terra. Si tratta di una cinquantina di persone, che - in caso di rientro in Italia - dovranno sottoporsi a un periodo di osservazione di 14 giorni. il periodo di incubazione può infatti variare da 1 giorno alle 2 settimane. Chi sceglie di restare sarà in contatto costante con l’ambasciata italiana a Pechino.

Oltre alla Cina, sono stati confermati casi di coronavirus anche all'estero: Australia, Giappone, Stati Uniti, Francia dove si registrano tre persone con i sintomi della malattia. Si tratta soprattutto di viaggiatori che rientravano da soggiorni nel Paese asiatico. Parigi sta sta adottando misure per evitare la diffusione del contagio, tra cui l'evacuazione dei suoi cittadini da Wuhan e l'annullamento delle celebrazioni del Capodanno cinese.

Annullati i festeggiamenti del Capodanno lunare cinese

Intanto, comincia a serpeggiare la paura degli untori sui mezzi pubblici e nei luoghi chiusi: si sta sviluppando un'ansia collettiva, anche se irrazionale e infondata.
Le autorità europee affermano di essere meglio attrezzate per contenere l'epidemia rispetto ad esempio alla SARS. In ogni caso, per precauzione, a Milano e Roma, sono state annullate le celebrazioni del Capodanno lunare cinese.