EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Onu, aumento il consumo di droghe specie tra i giovani

Droga e solitudine
Droga e solitudine Diritti d'autore Andre Penner/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Andre Penner/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Johannes Pleschberger
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Secondo l’ultimo rapporto delle Nazioni Unite, il numero di coloro fanno uso di sostanze stupefacenti è aumentato del 18% rispetto agli anni scorsi

PUBBLICITÀ

Sono sempre di più le persone che a livello globale assumono droghe. Secondo l’ultimo rapporto delle Nazioni Unite, il numero di coloro fanno uso di sostanze stupefacenti è aumentato del 18% rispetto agli anni scorsi.

A Vienna c'è stato di recente un aumento significativo anche dei decessi correlati all’uso di droga. Un ragazzo ci racconta che di essere tossicodipendente da 30 anni e di fare uso quotidiano di morfina. Nella capitale austriaca oltre al consumo di cocaina, e droghe sintetiche è aumentato anche il numero degli spacciatori che vendono le sostanze a prezzi economici."

Il giovane dice di aver iniziato a drogarsi all'età di 13 anni. "Le persone che iniziando a prendere droghe, racconta, sottovalutano il problema. I giovani consumano moltissime sostanze, senza sapere nemmeno cosa stanno consumando".

Secondo l'ultimo rapporto mondiale sulla droga dell'**Ufficio delle Nazioni Unite per il controllo della droga e la prevenzione del crimine,**296 milioni di persone facevano uso di droghe nel 2021. Il 23% in più rispetto a 10 anni fa. La sostanza che crea dipendenza maggiore è la cannabis, seguita da oppioidi, anfetamine, cocaina ed ecstasy.

Ancora più drammatico è l'aumento delle persone che soffrono di disturbi da uso di droghe: 39,5 milioni di casi, un record in negativo, quasi il 45% in più rispetto all'ultimo decennio. Solo una persona su cinque è in cura per disintossicarsi.

In questo scenario da emergenza c’è tuttavia anche un piccolo segnale positivo, come sottolinea Angela Me, dell'UNODC: "Abbiamo visto in realtà con la pandemia di Covid, che molti Paesi hanno adottato modalità nuove per cercare di aiutare i tossicodipendenti. I pazienti vanno in strutture per curarsi e questo è un piccolo segnale di speranza."

Intanto L'Europa occidentale e centrale resta uno dei più grandi mercati di cocaina al mondo. Mentre il consumo era diminuito durante la pandemia, ora sembra essere di nuovo in aumento. I recenti dati indicano proprio in Europa un aumento del consumo di metanfetamine. 

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cinque oggetti comuni da evitare per ridurre l'esposizione ai Pfas

Ozempic e Wegovy sono legati a una patologia che potrebbe causare la cecità

Una dieta sana nei primi anni di vita protegge il cervello in età avanzata