Germania, ora la cannabis è legale: i berlinesi festeggiano accendendosi una canna in strada

Image
Image Diritti d'autore Ebrahim Noroozi/Copyright 2024 The AP. All rights reserved.
Di Michela Morsa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La nuova legge consente la coltivazione per uso personale di massimo tre piante e il possesso di massimo 25 grammi. Via libera anche alla produzione su larga scala attraverso i Cannabis club. Rimane il divieto per gli under 18

PUBBLICITÀ

Lunedì 1° aprile è entrata in vigore in Germania la legge che legalizza la cannabis. La nuova legge consente agli adulti sopra i 18 anni di coltivare legalmente un massimo di tre piante per il consumo privato e di possedere quantità limitate della sostanza, fino a un massimo di 25 grammi. 

La nuova norma legalizza anche la produzione su larga scala, consentendo però la coltivazione esclusivamente ai "Cannabis club", associazioni senza scopo di lucro con non più di 500 membri. Solo chi si iscrive al club può consumarne la cannabis prodotta, che non è destinata alla vendita commerciale. Le persone con più di 21 anni potranno acquistare un massimo di 50 grammi al mese, mentre per i giovani tra i 18 e i 21 anni il limite è di 30 grammi. 

La legge è stata sostenuta dai tre partiti della coalizione di governo, il Partito socialdemocratico (Spd), i Verdi e il Partito liberale democratico (Fdp). È stata invece molto criticata dal principale partito di centrodestra, l’Unione cristiano-democratica (Cdu).

Il governo sostiene che la legalizzazione aiuterà a contenere il crescente mercato nero di cannabis e sottolinea che comunque il divieto finora in vigore non funzionava da daterrente, perché la gente ha sempre continuato a fumare. L'unico effetto era la criminalizzazione delle persone, che soprattutto sui giovani può avere un forte impatto negativo: ogni anno in Germania ci sono 180mila processi penali per commercio e uso di cannabis. 

Quando la legge è entrata in vigore a mezzanotte, centinaia di persone hanno esultato davanti all'iconica Porta di Brandeburgo di Berlino e molte hanno celebrato accendendosi una canna. 

L'opposizione dei gruppi sanitari e della polizia

La legge è stata criticata dalla polizia, che teme che sia difficile da applicare, soprattutto nei primi tempi. Sono preoccupati anche i giudici tedeschi, dal momento che la legge dichiarerà retroattivamente un'amnistia per i reati legali alla cannabis, creando potenzialmente un problema amministrativo per il sistema legale. Secondo l'Associazione dei giudici tedeschi l'amnistia potrebbe applicarsi a più di 200mila casi che dovrebbero essere controllati ed elaborati.

I gruppi sanitari hanno sollevato la preoccupazione che la legalizzazione possa portare a un aumento del consumo tra i giovani, che corrono i maggiori rischi per la salute. L'uso di cannabis in età precoce può infatti influenzare lo sviluppo del sistema nervoso centrale, portando a un aumento del rischio di sviluppare psicosi e schizofrenia.

Il governo ha promesso una vasta campagna di informazione per aumentare la consapevolezza dei rischi e per potenziare i programmi di sostegno.Ha anche sottolineato che la cannabis rimarrà vietata ai minori di 18 anni e nel raggio di 100 metri da scuole, asili e parchi giochi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Germania legalizza la cannabis: consentito il possesso di 50 grammi per uso personale

L'Ucraina legalizza la cannabis terapeutica per trattare stress e ansia causati dalla guerra

Seicento chili di cannabis sequestrati al confine tra Francia e Spagna, due arrestati