EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Polonia, nuova campagna di reclutamento per l'esercito: la paura di un'eventuale aggressione russa

Soldati dell'esercito polacco durante l'addestramento
Soldati dell'esercito polacco durante l'addestramento Diritti d'autore Czarek Sokolowski/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Czarek Sokolowski/Copyright 2024 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Crescono in Polonia i timori per un'eventuale aggressione da parte della Russia. Questo ha spinto Varsavia a lanciare una nuova campagna di reclutamento per aumentare il numero di soldati nell'esercito

PUBBLICITÀ

L'esercito polacco ha lanciato un'iniziativa per coinvolgere i giovani e addestrarli rigorosamente a proteggere la patria da una potenziale aggressione da parte della Russia.

"Vacanze con l'esercito" è un programma di 28 giorni che offre un addestramento di base a persone di età superiore ai 18 anni, molte delle quali hanno conseguito da poco il diploma di scuola superiore. Secondo i funzionari, i partecipanti saranno pagati seimila zloty (circa 1.400 euro).

La Polonia teme di essere aggredita dalla Russia

La Polonia sta cercando di ampliare il suo esercito di 198mila persone a causa dell'aggressione russa nella vicina Ucraina. Il timore nasce dall'ipotesi che il presidente russo Vladimir Putin possa avere dei piani per altri Paesi che un tempo erano nella sfera di influenza sovietica.

I funzionari dicono che c'è stato un grande interesse per il programma, che si svolge in 70 località della Polonia. L'invasione su larga scala dell'Ucraina da parte della Russia nel 2022 ha suscitato nei polacchi l'impulso a difendere la nazione, ha dichiarato il maggiore Michal Tomczyk, portavoce del Ministero della Difesa.

"Non abbiamo avuto una tale minaccia dalla Seconda Guerra Mondiale", ha detto Tomczyk. Ha detto che il ministero aveva previsto 10mila volontari per il programma ma si sono iscritti in più di 11mila. Alla fine dell'addestramento, i volontari giureranno "di servire lealmente la Repubblica di Polonia, anche a costo di perdere la vita o il sangue".

Coloro che scelgono la vita militare possono entrare in un ramo dei servizi armati professionali o nelle Forze di difesa territoriale o essere messi in attesa come riservisti, ha detto il colonnello Pawel Galazka, comandante del 18° Reggimento Logistico di Lomza, un'unità che addestra i volontari. "L'esercito vuole addestrare il maggior numero possibile di cittadini", ha detto Galazka. "Tutti conoscono la minaccia che viene da est".

Missili vaganti e guerra ibrida

L'annessione illegale di parte del territorio ucraino da parte della Russia nel 2014 ha messo in agitazione la regione, ma la sua invasione su larga scala ha stimolato un importante riallineamento della sicurezza dal Mar Baltico al Mar Nero, costringendo nazioni e individui a considerare la prospettiva di imbracciare un giorno le armi.

La Svezia e la Finlandia hanno rotto la loro neutralità per aderire alla Nato e altri Paesi stanno considerando l'introduzione della coscrizione obbligatoria. La Danimarca ha dichiarato di voler estendere l'arruolamento alle donne.

In Polonia, che è membro sia della Nato che dell'Unione Europea, la minaccia di un'aggressione russa pesa particolarmente. Alcuni missili russi vaganti sono persino atterrati in territorio polacco.

Al confine con la Bielorussia, alleata della Russia, i migranti arrivano in gran numero ogni giorno; un gruppo ha recentemente attaccato i funzionari polacchi, uccidendo un soldato. Varsavia sostiene che la pressione migratoria è stata creata dalla Russia e dalla Bielorussia come tattica di guerra ibrida contro l'Occidente.

Soldati polacchi in addestramento
Soldati polacchi in addestramentoCzarek Sokolowski/Copyright 2024 The AP. All rights reserved

"I russi e i bielorussi hanno organizzato un assalto al nostro confine", ha dichiarato il ministro degli Esteri Radek Sikorski in occasione di una recente conferenza internazionale a Berlino, dedicata alla ripresa dell'Ucraina.

I funzionari russi hanno ripetutamente minacciato la Polonia. Dmitry Medvedev, ex presidente russo e alleato del presidente Vladimir Putin, ha definito la Polonia un "pericoloso nemico".

Lungo il confine settentrionale della Polonia si trova il territorio russo di Kaliningrad, dove la Polonia ritiene che Mosca custodisca circa cento testate nucleari tattiche. I polacchi devono pensare a ciò che potrebbe accadere ed essere preparati, secondo Magdalena Klos, 34 anni, una delle volontarie del nuovo addestramento.

Da tempo sognava di diventare un soldato, ma aspettava che i suoi figli fossero abbastanza grandi. Ora hanno nove e undici anni e lei ritiene che sia finalmente arrivato il momento giusto. "Sono orgogliosa di indossare l'uniforme", ha detto. "Non sono solo una madre e una moglie, ma anche un soldato".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Polonia-Cina: Duda a Pechino da Xi per rafforzare scambi e cooperazione bilaterali

Polonia, risultati elezioni europee: vince il primo ministro Donald Tusk

Polonia: presentato il piano per il rafforzamento dei confini con Russia e Bielorussia