EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Guerra in Ucraina, offensiva russa nella regione di Kharkiv, 4mila evacuati: "Situazione grave"

Civili evacuati di fronte all'offensiva russa
Civili evacuati di fronte all'offensiva russa Diritti d'autore Evgeniy Maloletka/Copyright 2020 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Evgeniy Maloletka/Copyright 2020 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La Russia ha lanciato un'offensiva massiccia nella zona di Kharkiv e sul fronte nord-orientale facendo fuggire migliaia di civili. Per il capo delle forze armate ucraine Syrsky la situazione si è aggravata. Bombardamenti ucraini fanno almeno 15 morti in un palazzo crollato a Belgorod

PUBBLICITÀ

Un'offensiva da parte della Russia nella porzione nord-orientale dell'Ucraina ha costretto alla fuga migliaia di civili nella giornata di domenica. Le truppe di Mosca sono avanzate a colpi di mortaio e di artiglieria, in particolare a Vovchansk, cittadina che prima della guerra contava 17mila abitanti e ora si è convertita nel punto focale della battaglia. 

Volodymyr Tymoshko, capo della polizia della regione di Kharkiv, ha diffuso un messaggio nel quale riferisce di reparti russi alla periferia della città, in avvicinamento da tre direzioni. "Sono già in corso combattimenti di fanteria", ha dichiarato.

Tymoshko ha detto che le tattiche russe a Vovchansk rispecchiano quelle utilizzate nelle battaglie per Bakhmut e Avdiivka, nella regione di Donetsk, in cui pesanti attacchi aerei sono stati accompagnati da frotte di assalti di fanteria. "Avanzano con il metodo della terra bruciata. Prima bruciano un'area specifica e poi arriva la fanteria, e avanzano sempre in questo modo", ha detto.

Vista la situazione, sin dalla mattina di domenica è cominciata l'evacuazione dei residenti, molti dei quali sono anziani. Sono almeno quattromila i civili che hanno abbandonato l'area. 

Situazione grave lungo tutto il fronte nord-orientale

Il governatore dell'oblast Oleg Sinegubov ha parlato di fuoco russo aperto lungo tutto il confine settentrionale: "I colpi nemici arrivano quasi 24 ore su 24. La situazione è difficile". La resistenza ucraina è in affanno di fronte alla nuova offensiva russa. Lo ammettono gli stessi comandi di Kiev.

"La situazione si è sostanzialmente aggravata", ha affermato il comandante delle forze armate Alexander Syrsky. Il colonnello generale conferma che le sue forze sono in svantaggio, ma nega passi avanti significativi da parte della Russia: "Stiamo combattendo una feroce battaglia difensiva. I tentativi degli invasori russi di sfondare le nostre difese sono stati fermati", ha scritto su Telegram.

Domenica il ministero della Difesa russo ha invece annunciato l'avanzata in quattro villaggi della regione, oltre ai cinque rivendicati sabato: Gatische, Krasnoye, Morokhovets e Oleinkovo. Kiev non ha confermato. 

Crolla edificio a Belgorod: 15 morti

Sempre domenica, un condominio di dieci piani è crollato nella città russa di Belgorod, vicino al confine con l'Ucraina: sono 15 le persone morte e venti i feriti a operazioni di ricerca e soccorso completate. Diciassette persone sono state estratte dalle macerie. 

Secondo le autorità di Mosca l'edificio è stato distrutto dai frammenti di un missile ucraino abbattuto dalla difesa aerea russa durante un massiccio attacco con almeno dodici missili, tra cui missili balistici Tochka e sistemi missilistici a lancio multiplo Adler e RM-70 Vampire.

La Russia ha chiesto ufficialmente all'Osce - ed in particolare alla presidenza maltese di turno - di condannare quello che ha definito un "attacco terroristico" da parte dell'Ucraina. A riportarlo è l'agenzia di Stato Ria Novosti, secondo la quale il Cremlino ha sottolineato come Kiev abbia utilizzato "armi fornite dai paesi della Nato" per colpire una "zona pacifica".

Zelensky: "Controffensive in atto, il successo dipenderà da ogni singolo soldato"

I combattimenti lungo la linea del fronte nord-orientale risultano particolarmente violenti, con i soldati russi che hanno attaccato 27 centri in sole 24 ore. Secondo gli analisti si tratta probabilmente di una strategia precisa da parte del Cremlino, che punterebbe a sfruttare la fase di scarsità di munizioni da parte delle forze armate ucraine. 

"Nella regione di Kharkiv, lungo un'importante fascia di confine, si svolgono operazioni difensive e feroci battaglie", ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel suo quotidiano videomessaggio serale pubblicato sui social. 

"Alcuni villaggi sono effettivamente passati da una zona grigia a una zona di guerra" ha proseguito Zelensky, secondo cui fermare l'offensiva russa nel nord-est rappresenta una priorità. Il presidente ucraino ha parlato di feroci combattimenti anche in varie parti della regione di Donetsk, a sud-est.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: le forze russe conquistano terreno a Kharkiv, cittadini evacuati

Guerra in Ucraina: gli Usa annunciano un nuovo pacchetto di aiuti, persone evacuate da Kharkiv

La presidente del Parlamento Ue Roberta Metsola a Kiev: "insieme per proteggere Europa e Ucraina"