Guerra in Ucraina: Zelensky, il 2024 sarà l'anno della svolta

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky commemora i soldati caduti in guerra durante il secondo anniversario dall'invasione russa
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky commemora i soldati caduti in guerra durante il secondo anniversario dall'invasione russa Diritti d'autore Mads Claus Rasmussen/Ritzau Scanpix
Diritti d'autore Mads Claus Rasmussen/Ritzau Scanpix
Di Maria Michela Dalessandro
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il giorno dopo il secondo anniversario dell'invasione russa in Ucraina, Volodymyr Zelensky ha parlato a Kiev con i giornalisti sul futuro della guerra contro la Russia, su quello dell'Ucraina e dell'Europa

PUBBLICITÀ

Se il 2022 è stato l'anno della sopravvivenza e il 2023 quello resilienza, il 2024 sarà l'anno della svolta in Ucraina. Ne è convinto Volodymyr Zelensky da Kiev parlando ai giornalisti durante una conferenza organizzata il 25 febbraio in occasione del secondo anniversario della guerra

Zelensky all'Occidente: la vittoria dipende da voi

Parlando della situazione della guerra e degli aiuti dell'Occidente all'Ucraina, Volodymyr Zelensky ha dichiarato che la vittoria del suo Paese dipende dal sostegno del mondo occidentale e si è detto sicuro che gli Stati Uniti approveranno l'atteso pacchetto di aiuti militari, in attesa del voto al Congresso non ancora calendarizzato. "Se l'Ucraina perderà, se sarà molto difficile per noi e se ci sarà un gran numero di vittime dipende da voi, dai nostri partner, dal mondo occidentale, ha detto Zelensky. 

Cosa resta di Avdiivka

In un video pubblicato su Telegram il capo russo della regione di Donetsk Denis Pushilin ha visitato Avdiivka, la città nella regione orientale controllata dai russi conquistata dalle truppe di Mosca il 17 febbraio scorso. Nelle immagine diffuse da Pushilin la città appare completamente distrutta. 

Massiccio attacco russo su Kostiantynivka

Abbattuti dalle forze di difesa aerea ucraina nove droni di tipo Shahed e tre missili.  "Durante la notte (tra il 25 e il 26 febbraio) gli occupanti russi hanno attaccato ancora una volta l'Ucraina, utilizzando missili balistici, da crociera e droni kamikaze", si legge nel resoconto dello Stato maggiore ucraino. 

Nella notte tra il 24 e il 25 febbraio l'esercito russo ha lanciato un attacco su larga scala con missili S-300 contro la città di Kostiantynivka, nell'oblast di Donetsk. Distrutti una chiesa e la stazione ferroviaria. Il bilancio dei danni comprende anche la distruzione di case private, negozi, scuole, edifici amministrativi, un ufficio postale e un chiosco.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina: manifestazioni nelle città europee per i due anni dall'inizio della guerra

Ucraina, Zelensky: "Putin può perdere questa guerra"

Due anni dall'inizio della guerra in Ucraina: il racconto di Euronews da Kiev