EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Discorso di Tusk per una Polonia progressista: interrotto da attacco antisemita

Il nuovo primo ministro della Polonia Donald Tusk
Il nuovo primo ministro della Polonia Donald Tusk Diritti d'autore WOJTEK RADWANSKI/AFP or licensors
Diritti d'autore WOJTEK RADWANSKI/AFP or licensors
Di Ilaria Cicinelli
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il primo ministro incaricato ha parlato davanti al parlamento polacco in un duro attacco contro l'eredità del governo dei conservatori. Tra i punti chiave ritrovare la centralità nella scena europea e il sostegno a Kiev. Il premier è stato poi interrotto dall'attacco antisemita di un deputato

PUBBLICITÀ

Il capo eletto del nuovo governo, l'europeista Donald Tusk, ha lanciato alcuni forti messaggi nel suo discorso di martedì. Una Polonia progressista eal centro della scena europea, quella immaginata da Tusk, per ricongiungere una comunità nazionale profondamente divisa dopo otto anni di governo guidato dai conservatori di Diritto e Giustizia (Pis). 

Già primo ministro della Polonia dal 2007 al 2014 prima di volare a Bruxelles per assumere la presidenza del Consiglio europeo, Tusk ha condannato con veemenza l'eredità lasciata dal Pis. Per farlo ha ricordato il trattato contro la deriva autoritaria del precedente governo scritto da Piotr Szczęsny, un chimico di 54 anni che si è dato fuoco per protesta nel 2017 a Varsavia, morendo dopo alcuni giorni per le ferite riportate. 

“Protesto contro la xenofobia introdotta dalle autorità nel dibattito pubblico", scriveva Szczęsny all'epoca, "protesto contro la atteggiamento ostile delle autorità nei confronti degli immigrati". 

Un discorso che non è piaciuto ai membri del Pis, le cui grida di protesta hanno interrotto più volte il neo eletto Tusk. L'ex ministro della Difesa Mariusz Błaszczak è arrivato a definire il messaggio del nuovo primo ministro un "festival delle bugie". 

L'ex presidente del Consiglio europeo vorrebbe poi assicurare il sostegno del Paese all'Ucraina, devastata dalla guerra con la Russia. Un sostegno che anche il precedente governo aveva inizialmente garantito a Kiev, prima dei dissapori sulla questione del grano ucraino e sulla più recente disputa tra i camionisti ucraini bloccati al confine polacco e i proprietari delle aziende locali di trasporto merci su strada.

Tusk, 66 anni, aveva in precedenza promesso anche di introdurre più diritti per la comunità Lgbtq+ e di revocare la dura legislazione sull'aborto approvata proprio dal Pis. Proprio questo martedìla Corte europea dei diritti umani ha sancito che la Polonia ha violato il diritto al rispetto della vita privata, non consentendo il riconoscimento legale delle coppie dello stesso sesso.

Il nuovo governo si insedierà mercoledì alla presenza dal presidente Andrzej Duda, che rimarrà in carica fino al 2025 e che gode del diritto di veto. Duda, membro fino al 2015 proprio del Pis, potrebbe dunque ostacolare i lavori del nuovo governo. 

Attacco antisemita interrompe il discorso

I lavori parlamentari si sono però bruscamente interrotti quando un deputato di estrema destra del partito della Confederazione, il filorusso Grzegorz Braun, ha preso un estintore e ha spento le candele di una menorah accesa per la festa ebraica di Hanukkah.

Braun in passato ha falsamente affermato che esiste un complotto per trasformare la Polonia in uno "Stato ebraico". Dopo l'incidente le candele sono state riaccese.

Tutte le principali forze politiche hanno rapidamente denunciato il gesto compiuto da  Braun e hanno dichiarato che non ci sarà alcuna tolleranza per comportamenti antisemiti e xenofobi nel Sejm, la Camera bassa del parlamento polacco.

Lo speaker del parlamento, Szymon Holownia, ha definito il gesto "assolutamente scandaloso" e ha escluso il deputato dai lavori parlamentari della giornata e ha dichiarato che lo avrebbe denunciato ai pubblici ministeri. "La Polonia è la patria di tutte le religioni", ha detto Holownia.

Il neo eletto primo ministro ha definito l'incidente una vergogna e ha detto che una cosa del genere non dovrebbe mai ripetersi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Donald Tusk promette di sbloccare i fondi del Pnrr polacco

Via al primo collegamento ferroviario tra Polonia e Cina, in aumento scambi commerciali con Europa

Accordo di cooperazione e difesa Kiev-Varsavia, Tusk: "Chi difende l'Ucraina difende sé stesso"