Biden chiede al Congresso "aiuti urgenti" per l'Ucraina. Medvedev: "Un pazzo"

Biden sottopone al Congresso una "richiesta di bilancio urgente" di 100 miliardi di dollari per la sicurezza
Biden sottopone al Congresso una "richiesta di bilancio urgente" di 100 miliardi di dollari per la sicurezza Diritti d'autore Jonathan Ernst/AP
Di Gianluca Martucci
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il presidente ucraino Zelensky "incoraggiato", mentre Kiev saluta con favore l'avvio di una fornitura regolare di missili Atacms

PUBBLICITÀ

Russia e Hamas "hanno un elemento in comune: minacciano di annientare completamente una democrazia a loro vicini". Sono queste le parole con cui il presidente statunitense Joe Biden ha annunciato in un messaggio alla nazione la proposta al Congresso di approvare una "richiesta di bilancio urgente" che, secondo quanto riferito, prevede più di 100 miliardi di dollari principalmente destinati a sostenere i "partner fondamentali" di Israele e Ucraina.

Il nuovo pacchetto dovrebbe andare a beneficio soprattutto di Kiev. Circa 60 miliardi di dollari saranno destinati alle esigenze della guerra in Ucraina (14 a Israele). 

Biden punta a conquistare in parte il supporto dei repubblicani per evitare quanto avvenuto in occasione dell'approvazione del bilancio federale a fine settembre. Il pacchetto infatti includerà anche altri 14 miliardi di dollari per la sicurezza delle frontiere degli Stati Uniti. 

L'obiettivo, ha detto Biden, è realizzare "un investimento intelligente che darà i suoi frutti per la sicurezza americana per generazioni". "Ci aiuterà a tenere le truppe americane lontane dai pericoli e a costruire un mondo più sicuro, più pacifico e più prospero per i nostri figli e nipoti", ha aggiunto cercando di giustificare la sua proposta volta a mantenere il ruolo degli Usa "come faro per il mondo".

"Quando i terroristi non pagano un prezzo per il loro terrore, quando i dittatori non pagano un prezzo per la loro aggressione, causano più caos, morte e distruzione", ha insistito.

Il new York Times riporta che circa 7 miliardi di dollari saranno destinati agli aiuti alla sicurezza di Taiwan e 10 miliardi di dollari per l'assistenza umanitaria a chi si trova in zone di conflitto. 

Il denaro per l'Ucraina, ha detto Biden nel suo discorso, è necessario per consentire agli Stati Uniti di "continuare a inviare le armi di cui hanno bisogno per difendere sé stessi e il loro Paese senza interruzioni, in modo che l'Ucraina possa fermare la brutalità di Putin in Ucraina".

Non si è fatto attendere il commento del governo russo. Quelle di Biden, secondo il vicepresidente del Consiglio di Sicurezza di Mosca, Dmitri Medvedev, sono un sintomo di "un accelerato immarcimento del tessuto stesso della società occidentale" che testimoniano "la demenza di un vecchio pazzo".

La svolta dei missili Atacms

Le resistenze degli Usa nella consegna dei missili a lungo raggio Atacms sembrano definitivamente superate. Il ministero degli Esteri di Kiev ha annunciato che le forniture ora diventeranno regolari. Ed è grazie a questi razzi che l'esercito ucraino ha potuto attaccare nella notte tra il 16 e il 17 ottobre l'aeroporto di Berdiansk, la base sul mare d'Azov ora controllata dai russi. Oltre cento chilometri più a Ovest, a Melitopol, gli ucraini hanno attaccato un'altra base sotto controllo russo.

Sul campo di battaglia Mosca teme un aumento della presenza ucraina sulla riva Sud del Dnipro, dove l'occupazione russa si è consolidata sin dai primi mesi della guerra. I bombardamenti sul villaggio di Pishchanivka ne sono una dimostrazione. 

Il capo dell'amministrazione militare regionale Alexander Prokudin ha dichiarato che le truppe del Cremlino hanno usato 4 bombe aeree guidate su Berislav, nel Sud, sulla riva del Dnipro liberata da Kiev. Una donna è morta nei bombardamenti mentre si trovava nella sua casa.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Piattaforma di Crimea, via al vertice a Praga. Atteso il discorso del primo ministro ceco

"Fermiamo l'escalation militare": Joe Biden e i leader europei cercano soluzioni alla crisi globale

L'Occidente è stanco della guerra?