EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

USA: dem votano con repubblicani per evitare shutdown

frame
frame Diritti d'autore Jacquelyn Martin/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Jacquelyn Martin/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sarebbe il primo dal 2019 ma il 22° degli ultimi 50 anni. Molti dem votano proposta del presidente della Camera McKarty per guadagnare 45 giorni

PUBBLICITÀ

 Svolta alla Camera Usa. Molti democratici votano a favore della proposta dello speaker della Camera Kevin McCarthy per evitare lo shutdown alla mezzanotte di questo sabato, le 6 di mattina in Italia, e guadagnare altri 45 giorni per trovare un accordo sulla legge di spesa. Per passare, la misura ha bisogno dell'appoggio dei democratici, oltre che dei repubblicani.

 Se non accadrà niente nelle prossime ore il Governo americano sarà costretto a chiudere i propri uffici, licenziando i dipendenti federali o chiedendo di lavorare senza stipendio.  Non sarebbe la prima volta, l'ultima fu nel 2019 e il 22esimo degli ultimi 50 anni.

Martedì scorso il Senato degli Stati Uniti aveva trovato un accordo bipartisan nel tentativo di evitare  lo stop ai servizi fino al 17 novembre, mantenendo gli attuali livelli di spesa per altre sette settimane (con 6 miliardi per l'Ucraina e altrettanti per le calamità naturali). Ma alla Camera, la maggioranza repubblicana non si è dimostrata disponibile al compromesso.

Lo scorso  maggio, lo stesso presidente, Joe Biden, aveva trovato un accordo di massima sui finanziamenti con il repubblicano Kevin McCarthy. Ma i membri del Gop avevano escluso la possibilità di firmare l’intesa, minacciando di rimuovere  lo stesso McCarthy .

L'impatto dello shutdown sull'economia statunitense

L’impatto del blocco sull’economia americana dipenderebbe dalla durata. L'ufficio di bilancio del Congresso (Cbo) ha stimato che durante il periodo record di sospensione dei finanziamenti risalente al 2018-2019 (35 giorni) la misura, seppur parziale, costò 11 miliardi di dollari (circa 9,5 miliardi di euro) all’economia statunitense nel semestre successivo.

Sebbene l'approvazione del bilancio federale sia prerogativa del Congresso, i parlamentari americani non smetterebbero di percepire lo stipendio. A rimetterci sarebbero invece i restanti quattro milioni di dipendenti federali. Per tutta la durata dello shutdown, i loro stipendi verrebbero sospesi e alcuni di loro licenziati. Chi lavora in categorie considerate essenziali, come militari, agenti delle forze dell'ordine federali e dipendenti degli ospedali pubblici, dovrà comunque presentarsi al lavoro senza però ricevere lo stipendio.

Perché negli USA si rischia lo shutdown

Alla base della misura c’è una norma costituzionale, Antideficiency act, che vieta al Tesoro Usa di spendere soldi senza che prima venga approvata una legge. Un risultato che, a parte colpi di scena dell’ultimo minuto, sembra sempre più difficile da raggiungere visto che democratici e repubblicani continuano a litigare.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, nessun riferimento di Harris alla candidatura presidenziale, ma un elogio all'eredità "ineguagliabile" lasciata da Biden

Stati Uniti: i leader europei salutano Biden dopo il ritiro dalla corsa alla presidenza

Trump tesse le lodi di Putin, Xi e Orbán, sull'attentato: "Ho preso un proiettile per la democrazia"