EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Il peso che i giovani avranno alle prossime elezioni in Grecia

Sono 440 mila i giovani che voteranno per la prima volta in Grecia
Sono 440 mila i giovani che voteranno per la prima volta in Grecia Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Su di loro grava il carico della crisi economica del 2010. Assistono alla ripresa economica del Paese, ma sono una delle popolazioni più colpite dalla disoccupazione in Europa

PUBBLICITÀ

Per molti analisti non c'è mai stata un'attenzione così alta per i giovani in vista delle elezioni politiche. I partiti che si sfideranno il 21 maggio fanno a gara sui social media per coinvolgere il più possibile soprattutto i giovani della generazione Z (i nati tra il 1997 e il 2012). Le forze politiche in campo puntano soprattutto a loro per far crescere l'affuenza alle urne, che alle elezioni del 2019 si era firmata al 57% e che è in costante calo a ogni tornata. 

I temi più trattati per parlare ai giovani riguardano la sicurezza economica, un tema sensibile per una generazione considerata fragile e costretta a emigrare verso il Nord Europa. Sui giovani pesano ancora effetti della grande crisi economica del 2010 e l'impatto della pandemia di Covid-19, che ha colpito molti di loro nel pieno della loro adolescenza. 

I giovani che si recheranno per la prima volta in cabina elettorale saranno circa 440 mila. Molti di loro voteranno dopo aver partecipato alle proteste scoppiate per l'incidente ferroviario di Larissa del 28 febbraio costato la vita a 57 giovani. 

Sullo sfondo c'è anche la grande piaga della disoccupazione giovanile al 24,2%, che sebbene in calo, resta la seconda più alta nell'Unione europea dopo quella spagnola (pari al 29,5% a marzo 2023).

Gli analisti ritengono che il voto dei giovani influenzerà in modo significativo il risultato delle elezioni politiche. Il partito di sinistra Syriza guidato dall'primo ministro Alexis Tsipras è il favorito sia tra i millennials (che comprende la generazione di giovani nati tra il 1981 e il 1996) e sia tra gli under 25.

Il partito del premier uscente Kyriakos Mitsotakis resta tuttavia il favorito per la vittoria finale secondo i sondaggi, che lo indicano al 36%, lontano dal 29% atteso per Syriza.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Mitsotakis e Erdogan ad Ankara: continuano i colloqui per normalizzare i rapporti tra i Paesi

Macedonia del Nord, incidente diplomatico con Atene durante l'insediamento della nuova presidente

Elezioni europee, i conservatori moderati greci in testa nei sondaggi