Milano, standing ovation per il videomessaggio di Berlusconi alla convention di Forza Italia

Videomessaggio di Silvio Berlusconi alla convention di FI a Milano
Videomessaggio di Silvio Berlusconi alla convention di FI a Milano   -  Diritti d'autore  Luca Bruno/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Debora Gandini

“Sono con voi con lo stesso entusiasmo e lo stesso impegno del ’94”. Così il presidente di Forza Italia è intervenuto alla convention di Milano con videomessaggio dall'ospedale San Raffaele

“Sono con voi con lo stesso entusiasmo e lo stesso impegno del ’94”. Così il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, è intervenuto alla convention di Milano con videomessaggio dall'ospedale San Raffaeledove è ricoverato dal 5 aprile. 

Il Cavaliere, che si dice pronto a tornare a combattere, si è presentato nel video con giaccia e camicia, con alle spalle anche la bandiera europea. Ed è proprio sull'Europa che Berlusconi ha lanciato il suo messaggio politicamente più forte, definendola un soggetto debole nella competizione geopolitica attuale nella quale ha individuato un nuovo nemico: la Cina.

Seduto a una scrivania con un plico di fogli, due copie di un suo libro e un bicchiere d'acqua, sullo sfondo un cartellone di Forza Italia, la bandiera tricolore e quella europea, l'ex premier ha registrato il suo discorso.

La voce a tratti affaticata non ha tuttavia smorzato la sua forza e il suo spirito battagliero. "Qualche notte fa, qui al San Raffaele mi sono svegliato improvvisamente con una domanda in testa che non riuscivo a mandare via. 'Ma come mai sono qui? Ma che ci faccio qui? Per cosa sto combattendo io qui?'. Vicino a me vegliava la mia Marta. Anche a lei posi la stessa domanda. 'Perché siamo qui?'. E lei mi disse "Siamo qui perché hai lavorato tanto, ti stai impegnando molto perché per salvare la nostra democrazia e la nostra libertà'. E questo voglio ricordarlo, voglio raccontare anche a voi quel che ho pensato e passato, anche se so che il farlo mi emozionerà davvero". "Noi siamo il pilastro essenziale e leale di questa maggioranza, siamo la spina dorsale di questo Governo. Per questo siamo in campo, per far sì che le sue decisioni siano davvero corrette, giuste, equilibrate", ha detto il leader del partito.

Applausi scoscianti alla convention di Forza Italia per Silvio Berlusconi che non delude mai i suoi elettori.

L'Europa è il nostro orizzonte di riferimento, solo l'Europa può essere protagonista nelle grandi sfide globali, a cominciare da quella posta dall'imperialismo cinese”, ha sottolineato l’ex premier. “Dobbiamo far sì che l'Europa divenga un vero continente unito, con regole di voto diverse rispetto a quelle attuali. Dobbiamo passare dall'unanimità alla maggioranza qualificata".

In Unione europea "dobbiamo avere un'unica politica militare, con una forte cooperazione tra le forze armate di tutti i Paesi Europei, con un aumento della spesa militare e con un Corpo di pronto Intervento di almeno 300mila uomini. Tutto questo, che io chiedo dal 2002, non è stato mai realizzato. E purtroppo così, l'Europa, nel mondo, conta poco. Se la Cina - lo dico naturalmente per assurdo - un giorno decidesse di occupare l'Italia, e magari qualche altro Paese Europeo, non sapremmo assolutamente contrastarla e la cosa migliore che ci converrebbe fare sarebbe quella di andare a scuola a studiare il cinese".

Portati a casa risultati importanti"

Il Cavaliere ha quindi parlato del lavoro svolto dal governo fino ad oggi. "In pochi mesi ha portato a casa risultati importanti, dei quali siamo molto orgogliosi. Continueremo su questa strada, con un rapporto leale e costruttivo con i nostri alleati, ai quali ci legano non soltanto un programma comune ma una vera e consolidata amicizia". "Voglio ringraziare per quanto stanno facendo i nostri ministri, gli altri membri del governo, i nostri capigruppo e tutti i nostri parlamentari, che danno un contributo essenziale per qualità e quantità al lavoro del governo".

Berlusconi è quindi tornato sul tema della libertà, affermando che "Forza Italia è per noi come una religione laica, la religione della libertà di cui parlava Benedetto Croce, una religione del cuore, della mente, un impegno verso noi stessi, i nostri figli, gli italiani.”

Risorse addizionali per questo articolo • ANSA

Notizie correlate