Germania: chiudono tre centrali nucleari, la soddisfazione degli ambientalisti

Centrali nucleari in Germania
Centrali nucleari in Germania Diritti d'autore Armin Weigel/(c) Copyright 2023, dpa (www.dpa.de). Alle Rechte vorbehalten
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Angela Merkel decise la chiusura delle centrali nucleari entro la fine del 2022, la guerra in Ucraina e la crisi energetica hanno posticipato la scadenza

PUBBLICITÀ

La Germania chiude sabato le ultime tre centrali nucleari attive nel Paese (Isar 2, Emsland e Neckarwestheim 2), a Kiel gli ambientalisti salutano la rinuncia all'atomica con un allestimento di origami, simbolo del desiderio decennale di abbandonare l'energia nucleare per meglio e più investire nelle rinnovabili. 

Ma il Paese è ancora alle prese con il problema di dove stoccare le scorie.

Martina Gremler è la responsabile delle relazioni pubbliche della Federazione tedesca per l'ambiente e la conservazione della natura.
Ribadisce il no al nucleare: "Pensiamo che utilizzare una tecnologia ad alto rischio che non possiamo controllare con certezza e per cui non disponiamo nemmeno di uno stoccaggio temporaneo, per non parlare di quello definitivo, sia molto molto sbagliato".

La fusione dei reattori nucleari a Fukushima, in Giappone, nel 2011, e il disastro che ne è seguito hanno instillato dubbi in Germania anche tra i sostenitori più accesi del nucleare.

Fu Angela Merkel a decidere la svolta e a dichiarare che le centrali sarebbero state chiuse entro il 2022. 

Ma la scadenza è stata posticipata per non aggravare la crisi energetica, legata all'accesso e all'aumento dei prezzi dell'energia, innescata dalla guerra in Ucraina.

I detrattori della decisione di chiudere le centrali affermano che l'energia nucleare può essere utilizzata per ridurre i costi delle industrie tedesche. A loro avviso, le energie rinnovabili devono incrementare per potere garantire il fabbisogno del Paese. 

Nel primo trimestre del 2023, il nucleare ha garantito il 4% del fabbisogno di elettricità del Paese. Le rinnovabili in crescita hanno contribuito per il 51% mentre il 28% arriva ancora dal carbone.

Sabato, in occasione della chiusura dei siti, gli ambientalisti organizzano altri presidi nei pressi delle tre centrali nucleari in Germania.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gli ambientalisti infuriati col governo olandese bloccano l'Aia

Germania, si spengono altre tre centrali nucleari. Un paese sempre più green

Germania: Ultima Generazione come organizzazione criminale? Il via all'indagine