Ucraina, oltre 500 i bambini uccisi dall'inizio del conflitto. L'allarme delle Ong internazionali

Bimbi ucraini
Bimbi ucraini Diritti d'autore Alexei Alexandrov/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Alexei Alexandrov/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Secondo le Ong, la maggior parte dei bimbi sono vittime di razzi e del fuoco dell’artiglieria russi. Le mine e gli ordigni inesplosi rappresentano un'altra seria minaccia; un terzo del terreno in Ucraina potrebbe essere a rischio

PUBBLICITÀ

Sono oltre 500 i bambini uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione su vasta scala più di un anno fa. Quelli rimasti feriti e o traumatizzati sono circa un migliaio. Questi sono solo alcuni dei dati confermati dalle autorità del Paese e dalle organizzazioni internazionali. Il numero reale delle vittime, secondo le stime delle Ong, sarebbe infatti molto più alto.

Secondo l'UNICEF, la maggior parte dei bimbi sono vittime di razzi e del fuoco dell’artiglieria russi. Le mine e gli ordigni inesplosi rappresentano un'altra seria minaccia; un terzo del terreno in Ucraina potrebbe essere a rischio. 

Sonya Khush, direttriche di "Save the Children" per l'Ucraina ci racconta che "circa il 30% del paese è contaminato, Questo significa che probabilmente ci vorranno anni per togliere le mine antiuomo. Nel frattempo, in mezzo a tutto ciò che sta accadendo, organizzazioni come Save the Children lavorano alla campagna di sensibilizzazione sul “rischio mine”, mostrando ai bambini, ai loro insegnanti e ai loro genitori esempi di come sono fatte le mine antiuomo in modo che possano evitarle".

Secondo le ONG, non c'è un solo aspetto della vita dei bambini che non sia influenzato dalla guerra. I piccoli ucraini hanno bisogno di tutto: dopo due anni di pandemia ora il conflitto. Molti bimbi non vanno a scuola da tre anni. Senza contare il bisogno di un aiuto psicologico, che, secondo gli esperti, non può essere in alcun modo ritardato.

"Purtroppo una delle cose che abbiamo imparato dal nostro lavoro è che bisogna affrontare problemi legati alla salute mentale e all'impatto psicologico del conflitto nei bambini man mano che si verificano gli eventi”, prosegue Sonya Khush, direttrice di "Save the Children" per l'Ucraina. "se si trascurano questi aspetti, il trauma sia accumula sempre di più nei bambini, trasformandosi in quello che chiamiamo stress tossico. E un termine clinico e in pratica significa che lo stress può accumularsi nel corpo di un bambino e influenzarlo fino all'età adulta".

Su centinaia di migliaia di bambini, 730.000 sono finiti in Russia, almeno secondo quanto riferito da Mosca. La Russia afferma che sono rifugiati. Ma a livello internazionale quello che sta accadendo è uno “spostamento illegale”, una deportazione. In questo caso, la Corte penale internazionale ha emesso mandati di arresto nei confronti del presidente Vladimir Putin e di Maria Lvova-Belova, commissaria russa per i diritti dei bambini.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina, in attesa della controffensiva le forze russe rafforzano la linea difensiva a sud

Ucraina, capo della Cia: "Subito aiuti a Kiev, potrebbe perdere la guerra entro la fine dell'anno"

Guerra in Ucraina: tre missili russi colpiscono la città di Chernihiv, almeno 14 morti e 61 feriti