This content is not available in your region

Usa: la Camera approva i 39,8 miliardi di dollari di aiuti per l'Ucraina annunciati da Biden

Access to the comments Commenti
Di Euronews World
euronews_icons_loading
Parola di Nancy Pelosi, parola del Congresso.
Parola di Nancy Pelosi, parola del Congresso.   -   Diritti d'autore  NICHOLAS KAMM/AFP or licensors

La Camera dei Rappresentanti del Congresso americano, presieduta da Nancy Pelosi (82 anni), ha approvato martedì sera 39,8 miliardi di dollari di aiuti all'Ucraina.

La legge è passata con 368 voti favorevoli e 57 contrari. Ora passerà al Senato e poi sulla scrivania del presidente Joe Biden per la firma.

Manuel Balce Ceneta/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
Nancy Pelosi, speaker della Camera al Congresso Usa, esce dall'Ala Ovest della Casa Bianca. (10.5.2022)Manuel Balce Ceneta/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Al Senato l'approvazione sarà una formalità, come ha annunciato Il leader democratico Chuck Schumer (71 anni): "Daremo il via libera al pacchetto di aiuti il più presto possibile".

J. Scott Applewhite/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Chuck Schumer, leader dei Democratici al Senato americano. (10.5.2022)J. Scott Applewhite/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Oltre a 6 miliardi di dollari per l'assistenza alla sicurezza come l'addestramento e le armi, la legge include 8,7 miliardi di dollari per ricostituire le scorte americane di attrezzature inviate in Ucraina e 3,9 miliardi di dollari per la missione e il supporto di intelligence.
La legge prevede anche 2 milioni di dollari per il supporto tecnico e normativo all'agenzia di regolamentazione nucleare dell'Ucraina e più di 5 miliardi di dollari per affrontare l'insicurezza alimentare causata dal conflitto. Altri 900 milioni di dollari andranno ad aiutare i rifugiati arrivi ucraini con alloggi e altro supporto.

La nuova legge porta il sostegno americano per l'Ucraina a quasi 54 miliardi di dollari, compresi i 13,6 miliardi di dollari di sostegno che il Congresso aveva già approvato a marzo.

Il totale è circa 6 miliardi di dollari in più di quanto gli Stati Uniti hanno speso per tutti i loro aiuti esteri e militari nel 2019.