EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Colombia, referendum:perché ha vinto il No

Colombia, referendum:perché ha vinto il No
Diritti d'autore 
Di Lilia Rotoloni
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Maggioritario il campo contrario alla riconciliazione. Ma non dovunque

PUBBLICITÀ

La vittoria del No dimostra che il governo colombiano ha sbagliato a scommettere sulla volontà di riconciliazione della società.

Le forze contrarie all’accordo con le Farc hanno sfoderato la propria capacità di influenza. Fra l’altro, le potenti chiese evangeliche e la destra dell’ex presidente Alvaro Uribe:

Noi tutti vogliamo la pace, nessuno vuole la violenza, anche noi chiediamo la fine della violenza e che le Farc cessino tutti i loro crimini, inclusi il traffico di droga e l’estorsione.

‘Ha vinto il campo della vendetta

Per i sostenitori del Sì è una doccia fredda. Dopo la firma dell’accordo, alla presenza di decine di dignitari internazionali, il referendum sembrava una semplice formalità. Invece:

Il risultato mostra – dice Antonio Sanguino , presidente del Partito verde colombiano – che la metà degli elettori che hanno votato si è fatta convincere da un messaggio di odio, un messaggio di vendetta, un messaggio che ci respinge nel passato.

Dato interessante, lo spoglio delle schede rivela che il Sì all’ccordo di pace ha vinto in particolare nelle zone che più hanno sofferto a causa della guerriglia.

In a huge shock, Colombian voters appear to reject government's peace deal with the FARC. https://t.co/HLYF4Nclxm

— New York Times World (@nytimesworld) 3 octobre 2016

la paix sans justice est bonne pour les lâches https://t.co/tBdoN6P7Jv

— Mohamed Khaldi (@MohamedKhaldi) 3 octobre 2016

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Colombia, la pace tra Governo e Farc alla prova di un referendum storico

Kosovo, serbi boicottano il voto: fallisce il referendum contro i sindaci albanesi

Irlanda: bocciati i referendum per cambiare la Costituzione su famiglia e ruolo della donna