EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

L'Ue chiede una "pausa umanitaria" per Gaza, ma non un cessate il fuoco

Conflitto fra Israele e Hamas e aggressione russa all'Ucraina dominano l'agenda del Consiglio affari esteri dell’Unione europea in programma oggi in Lussemburgo
Conflitto fra Israele e Hamas e aggressione russa all'Ucraina dominano l'agenda del Consiglio affari esteri dell’Unione europea in programma oggi in Lussemburgo Diritti d'autore THOMAS COEX/AFP or licensors
Diritti d'autore THOMAS COEX/AFP or licensors
Di Maria Psara
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I ministri degli Affari esteri dell'Ue hanno chiesto una "pausa umanitaria" per la striscia di Gaza, ma non un cessate il fuoco nel conflitto fra Israele e Hamas

PUBBLICITÀ

Conflitto fra Israele e Hamas, ma anche aggressione russa all'Ucraina. A dettare l'agenda dei Ministri degli esteri UE che oggi si riuniscono in Lussemburgo sono soprattutto i conflitti in corso sullo scacchiere geopolitico internazionale. Tra i risvolti su cui si concentreranno i dibattiti, secondo l'ordine del giorno provvisorio, anche ricadute e implicazioni per la sicurezza internazionale

Presieduto dall’Alto rappresentante della politica estera Ue, Josep Borrell, il Consiglio affari esteri dell’Unione europea avrà come primo punto in agenda la situazione in Israele e nella regione, a cui già era stata dedicata una riunione straordinaria lo scorso 10 ottobre. Sempre sulla carta, nei dibattiti dovrebbe ritagliarsi uno spazio anche la recente evoluzione degli scenari in Nagorno-Kharabakh.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"Due pesi e due misure": la politica dell'Ue contestata nel Sud globale

I leader dell'Ue ribadiscono il sostegno (non incondizionato) a Israele

Oltre 300 migranti arrivati a Gran Canaria in meno di 24 ore