EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

La scommessa dell'Ue di 720 milioni di euro sugli aerei antincendio sarà fruttuosa?

Un aereo Canadair getta acqua su un incendio boschivo ad Anglet, nel sud-ovest della Francia, nel 2020.
Un aereo Canadair getta acqua su un incendio boschivo ad Anglet, nel sud-ovest della Francia, nel 2020. Diritti d'autore Bob Edme/AP Photo
Diritti d'autore Bob Edme/AP Photo
Di Callum Tennant
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Ecco i nuovi aerei antincendio che l'Ue sta acquistando

PUBBLICITÀ

Mentre gli incendi selvaggi hanno devastato l'isola greca di Rodi nel mese di luglio, con le fiamme che hanno bruciato il 15% del territorio dell'isola, l'Unione europea ha dichiarato che acquisterà fino a 12 nuovi aerei antincendio.

La stagione degli incendi ha devastato ampie porzioni della Grecia durante l'estate e l'Ue ha inviato undici aerei e un elicottero, quasi la metà della flotta aerea antincendio dell'Unione.
Non sorprende, quindi, che il commissario europeo per la gestione delle crisi, Janez Lenarcic, si aspetti che i singoli Stati membri ordinino separatamente altri 12 aerei.

Lenarcic ha rivelato che il produttore De Havilland Canada ha accettato di rilanciare la produzione dell'iconico velivolo "Canadair" se gli ordini dell'Ue saranno effettuati.

Ma con prezzi per i Canadair che partono da circa 30 milioni di euro, la scommessa dell'Ue sugli aerei sarà fruttuosa?

Che cos'è un Canadair, alias il Super Scooper?

Il Canadair appartiene a una famiglia unica e ristretta di velivoli dedicati alla lotta antincendio.

Viene spesso chiamato "super scooper" perché non deve tornare alla base per riempire i suoi serbatoi d'acqua. Al contrario, i velivoli sono progettati per essere in grado di sfiorare la sommità di una fonte d'acqua, riempiendo i loro serbatoi attraverso le prese d'aria, prima di decollare di nuovo.

L'aereo gigante, simile a una barca, può imbarcare fino a 5.455 litri d'acqua in soli 12 secondi, scaricando il carico su un incendio, prima di riempire il serbatoio e ripetere il processo. Il fatto che l'aereo possa fare rifornimento senza tornare alla base lo rende una risorsa utile per affrontare gli incendi in aree remote.

Purtroppo per la Commissione europea, l'aereo è uscito di produzione nel 2015 e De Havilland Canada deve ora progettare e costruire una nuova generazione di Canadair, il DHC-515.

Con l'aumento dell'intensità e della durata degli incendi in Europa, cresce anche la necessità di nuove autobotti aeree.

Tuttavia, la progettazione e la produzione di aerei è raramente un processo rapido, e mentre l'Ue sperava di ricevere i primi velivoli nel 2025, questi non saranno consegnati prima del 2027.

I nuovi costi di progettazione e produzione potrebbero inoltre far lievitare il prezzo oltre i 720 milioni di euro per 24 nuovi aerei.

Come si usa un'autobotte?

Secondo Dan Reese, ex vice capo delle operazioni aeree tattiche presso il California Department of Forestry and Fire Protection, la chiave per tenere sotto controllo gli incendi selvaggi è localizzarli per tempo.

Reese, che ora dirige il suo International Wildfire Consulting Group (Iwcg), ha spiegato come il mancato utilizzo delle risorse aeree nelle fasi iniziali possa portare a un circolo vizioso in cui gli aerei antincendio diventano sovraccarichi e sempre più inefficaci.

"Se non agiamo in modo appropriato sugli incendi più piccoli all'inizio, quando l'aviazione è più efficace, quando questi incendi si aggravano perché non li abbiamo trattati correttamente e diventano più grandi. Più diventano grandi, più risorse richiedono", ha detto.

I bombardieri d'acqua, inoltre, raramente vengono utilizzati o sono in grado di spegnere un incendio da soli. Vengono invece utilizzati per assistere i vigili del fuoco a terra, soffocando e rallentando gli incendi e dando il tempo ai mezzi di terra di raggiungere le fiamme.

PUBBLICITÀ
Alessandra Tarantino/AP Photo
Un Canadair in azioneAlessandra Tarantino/AP Photo

I limiti del Canadair

Nonostante l'aspetto imponente del Canadair, il velivolo presenta alcune limitazioni.

Come la maggior parte dei velivoli antincendio, l'aereo non può operare in presenza di fumo intenso, vento forte o di notte. Tuttavia, mentre un aereo che sgancia liquido per impedire la propagazione delle fiamme non può operare nemmeno di notte, i carichi precedenti possono continuare a essere efficaci nelle ore notturne, rallentando e contenendo gli incendi.

Lo stesso non si può dire per gli aerei antincendio che distribuiscono acqua. Una volta evaporata, l'acqua perde la sua utilità, il che significa che sono necessari continui lanci per spegnere un incendio.

Con gli aerei Canadair, una volta che il sole se ne va, anche la loro utilità viene meno. E dato che il velivolo è più utile quando viene utilizzato nelle fasi iniziali di un incendio, dover aspettare otto ore per il sole è tutt'altro che ideale.

PUBBLICITÀ

Il velivolo ha anche bisogno di specchi d'acqua in cui riempire i suoi serbatoi. Quando si opera nell'entroterra nei caldi mesi estivi, trovare questi corpi idrici può diventare più difficile, soprattutto se la siccità continua a ridurre i livelli d'acqua dei bacini e dei laghi dell'Ue.

Il prezzo elevato del velivolo lascerà, inoltre, alla Commissione europea meno soldi per finanziare altri tipi di velivoli antincendio. Anche se l'Ue non ha molta scelta in questo senso, dato che un'azienda non inizierà la produzione di un nuovo velivolo senza ordini significativi, questo comporterà comunque una riduzione dei fondi per altre risorse antincendio.

"Bisogna chiedersi se l'apparecchiatura aerea dei vigili del fuoco sia sufficientemente varia da coprire e supportare ciò che è necessario per il successo delle operazioni antincendio. Che impatto avrà il programma di aviazione nelle 24 ore del giorno, rispetto alle sole 12 ore di luce?", si è chiesto Reese.

La necessità di mezzi aerei

Il Centro comune di risorse dell'Ue (Ccr) prevede che "il numero di giorni all'anno con pericolo di incendio da elevato a estremo è destinato ad aumentare quasi ovunque in Europa con il riscaldamento globale, a causa dell'aumento delle temperature e dei periodi di siccità".

PUBBLICITÀ

Poiché le stagioni degli incendi iniziano prima e durano più a lungo, la domanda per le risorse aeree contro gli incendi è destinata a crescere.

Il cambiamento climatico può anche significare che anche i Paesi più settentrionali dovranno potrebbero essere sempre più esposti a incendi gravi.

Non sorprende, quindi, che anche grandi operatori come Airbus stiano cercando di sviluppare le proprie cisterne d'acqua. Nel luglio dello scorso anno, l'azienda ha testato con successo un kit dimostrativo antincendio sul suo aereo da trasporto A400M.
Si tratta di un elemento che l'azienda vorrebbe integrare nei suoi velivoli, piuttosto che competere con i Canadair.

Qualunque sia il velivolo e indipendentemente dal modo in cui viene utilizzato, possiamo aspettarci di sentire la Commissione europea parlare molto di più di mezzi aerei antincendio negli anni a venire.

PUBBLICITÀ
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il Parlamento europeo chiede di eliminare i costi aggiuntivi per il bagaglio a mano in aereo

Le tariffe delle compagnie aeree per il bagaglio a mano potrebbero essere vietate grazie al prossimo voto dell'Ue

Sicilia devastata dagli incendi, 2 vittime