EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Una vittoria dei laburisti potrebbe avvicinare il Regno Unito all'Ue?

Il leader laburista Keir Stamer
Il leader laburista Keir Stamer Diritti d'autore Stefan Rousseau/live
Diritti d'autore Stefan Rousseau/live
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il leader laburista Keir Starmer ha escluso qualsiasi revisione radicale delle relazioni tra Regno Unito e Unione Europea, ma ha chiarito la sua avversione per gli accordi post-Brexit di Boris Johnson

PUBBLICITÀ

Il partito laburista e il suo attuale leader, Keir Starmer, potrebbero essere destinati a guidare il Regno Unito dopo 14 anni di opposizione.

Secondo l'ultimo sondaggio di YouGov, il partito di opposizione di centrosinistra è in netto vantaggio sui conservatori al governo per le elezioni generali della prossima settimana nel Regno Unito, con il 36 per cento dei consensi rispetto al 20 per cento dei conservatori.

Per molti a Bruxelles, l'aumento di popolarità dei laburisti ha suscitato una serie di interrogativi, tra cui la possibilità che il partito ripensi alla sua decisione di lasciare l'Ue, confermata dal referendum sulla Brexit del 2016.

Starmer ha escluso qualsiasi trasformazione radicale delle relazioni tra Regno Unito e Unione Europea, in particolare il ritorno del Regno Unito all'ovile, ma si è espresso a favore di un rafforzamento dei legami nel commercio e nella sicurezza.

Per i laburisti il ritorno nell'Unione europea non è sul tavolo

Dopo l'uscita ufficiale del Regno Unito dall'Ue nel 2020, anche un eventuale governo laburista non sarebbe propenso ad avere ripensamenti sulla Brexit.

Nonostante la campagna a favore della permanenza nell'Ue, Starmer ha pubblicamente indurito il suo approccio e ha escluso il ritorno al mercato unico o all'unione doganale, rifiutando quindi qualsiasi impegno a ripristinare completamente la libertà di circolazione tra il Regno Unito e l'Europa ai livelli precedenti alla Brexit.

Ha anche respinto gli appelli del suo stesso partito, lanciati dal sindaco di Londra Sadiq Khan, a creare un nuovo accordo sui visti per i giovani lavoratori che si spostano tra il Regno Unito e l'Ue per quattro anni e a rientrare nel programma di scambio studentesco Erasmus.

Il primo ministro britannico Rishi Sunak e il leader dell'opposizione del Partito Laburista Keir Starmer al dibattito della BBC, mercoledì 26/06/2024
Il primo ministro britannico Rishi Sunak e il leader dell'opposizione del Partito Laburista Keir Starmer al dibattito della BBC, mercoledì 26/06/2024Phil Noble/AP

Joël Reland, del think tank Uk in a Changing Europe, ha dichiarato a Euronews che questo atteggiamento potrebbe essere dovuto alla cautela elettorale, in quanto il partito cerca di mantenere la maggioranza nei sondaggi e di evitare gli attacchi dei Tories.

Tuttavia, Starmer ha criticato le politiche di Londra nei confronti dell'Ue, affermando che l'accordo post-Brexit sotto Boris Johnson è stato "pasticciato" e che il Regno Unito potrebbe fare meglio.

Il suo Cancelliere ombra dello Scacchiere, Rachel Reeves, ha spiegato di recente che il Regno Unito cercherà un approccio meno "contraddittorio" ai negoziati con l'Ue, concentrandosi su accordi commerciali in settori specifici.

Il manifesto elettorale dei laburisti prevede l'alleggerimento dei controlli alle frontiere per affrontare il costo dei prodotti alimentari, l'assistenza agli artisti in tournée e il riconoscimento reciproco delle qualifiche professionali.

I laburisti vogliono riallacciare i rapporti tra Londra e Bruxelles

Il problema per Starmer è cercare di riportare il Regno Unito - e la sua economia - all'interno dell'Unione Europea in un modo accettabile per Bruxelles, senza però alienarsi le simpatie di fasce della popolazione britannica che hanno votato per l'uscita.

"I laburisti dovranno presentare una proposta davvero chiara, altrimenti l'Ue non sarà molto incentivata a venire al tavolo dei negoziati perché, francamente, ha una lunga lista di priorità più alte", ha dichiarato Reland a Euronews.

Con la prospettiva che il Regno Unito possa riavvicinarsi all'Ue i funzionari di Bruxelles potrebbero accettare accordi che sarebbero vantaggiosi per il Regno Unito dal punto di vista economico, ma che normalmente non verrebbero concessi a un Paese terzo che è ufficialmente fuori dall'Unione.

"La seconda sfida riguarda i compromessi politici, perché qualsiasi accordo comporterà un ampio grado di allineamento con i regolamenti dell'Ue, e questo comporta rischi politici piuttosto evidenti per un governo laburista", ha aggiunto Roeland.

PUBBLICITÀ

Ad esempio, uno dei requisiti richiesti da Bruxelles è che il Regno Unito abbia la supervisione della Corte di Giustizia Europea - la Corte suprema dell'Unione Europea per il diritto comunitario - per poter siglare un nuovo accordo sull'esportazione e importazione di prodotti animali o destinati al consumo degli animali (i mangimi, per esempio), il che potrebbe irritare i potenziali elettori euroscettici.

Inoltre, ciò che i laburisti sono disposti a concedere nei futuri negoziati con Bruxelles potrebbe dipendere dalle dimensioni della loro maggioranza, se dovessero salire al potere.

La posizione del partito laburista sull'Ucraina

Il partito laburista ha dichiarato chiaramente di essere impegnato nella Nato e nella difesa dell'Ucraina, come i suoi rivali conservatori.

Il dottor Patrick Bury, ex analista della Nato ed esperto di difesa e sicurezza, ha dichiarato a Euronews che l'approccio dei laburisti all'alleanza militare sarà probabilmente di "continuità piuttosto che di cambiamento".

PUBBLICITÀ

I laburisti vogliono mantenere l'impegno del governo conservatore a spendere il 2,5 per cento del Pil per la difesa. Tuttavia, avendo ereditato un'economia che sta lottando contro un'inflazione elevata, un governo laburista si troverebbe a dover fare i conti con i vincoli fiscali per quanto riguarda la spesa per la difesa.

Nel suo manifesto, il partito ha evidenziato la Germania e la Francia come due Paesi con cui probabilmente cercherà di ricostruire le relazioni in materia di sicurezza e difesa.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Regno Unito, la crisi degli alloggi pesa sulle elezioni politiche del 4 luglio

Elezioni nel Regno Unito: scandalo scommesse per la data del voto, ira di Sunak

Regno Unito: un'imbarcazione della polizia di frontiera mette in salvo 85 migranti