EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

I messaggi misteriosi su papa Benedetto XVI sulle spiagge italiane

Papa Francesco e il Papa emerito Benedetto XVI, Piazza San Pietro. 28 settembre 2014
Papa Francesco e il Papa emerito Benedetto XVI, Piazza San Pietro. 28 settembre 2014 Diritti d'autore AP Photo/Gregorio Borgia, File
Diritti d'autore AP Photo/Gregorio Borgia, File
Di Giulia Carbonaro
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Questo articolo è stato pubblicato originariamente in inglese

Gli striscioni, trasportati da un piccolo aereo, sono stati commissionati da un giornalista, sostenitore di una screditata teoria del complotto, secondo cui il Papa non si sarebbe davvero dimesso

PUBBLICITÀ

Quest'estate, nel cielo sopra le spiagge più popolate d'Italia, sono apparsi dei messaggi singolari e misteriosi su Benedetto XVI, l'ex Papa dimessosi nel 2013 dopo aver sofferto di problemi di salute debilitanti. Gli striscioni erano agganciati alla coda di un piccolo aereo.

"Benedetto XVI era in sede impedita", recitava così il messaggio su un piccolo velivolo che, domenica 27 agosto, ha sorvolato 350 chilometri di costa adriatica, riferendosi a un termine noto in Vaticano per indicare che il Papa era esiliato, imprigionato o comunque confinato.

Un altro messaggio simile, comparso sulle coste del Lazio il 16 luglio, recitava: "Benedetto XVI non aveva davvero abdicato".

Gli strani messaggi hanno attirato la curiosità di migliaia di bagnanti e dei media locali. 

Entrambi i voli sono stati commissionati da un’associazione di avvocati chiamata Arbitrium, che sostiene una teoria diffusa dal giornalista e scrittore Andrea Cionci secondo cui l’abdicazione di Benedetto XVI non sarebbe valida. 

Secondo Cionci, Francesco sarebbe un papa illegittimo, anzi sarebbe  l'"antipapa", scelto per sostituire Papa Ratzinger - in quanto è una figura più liberale e progressista.

Secondo il giornalista, nel suo discorso di dimissioni il Papa ha lasciato intendere che non stava realmente abdicando, ma che era stato costretto a farlo. "Quando il papa muore oppure si dimette si dice che la sede papale è vacante, mentre la sede viene definita “impedita” quando il papa è confinato, esiliato, di fatto prigioniero", dice Cionci, spiegando il contenuto dello striscione.

Ha detto che la verità sarebbe stata rivelata da tre cardinali informati dopo la morte di Ratzinger - una previsione che non si è concretizzata dopo la morte dell'ex papa, avvenuta il 31 dicembre 2022.

Cionci ha riassunto la sua teoria in un libro pubblicato nel 2022 e intitolato "Codice Ratzinger", che racconta un complesso sistema di complotti e cospirazioni. Il libro è stato pubblicato da Byoblu Edizioni, casa editrice legata a un sito e a un canale YouTube che diffonde spesso notizie false o esagerate, dai toni e argomenti complottisti.

Cionci si è difeso dicendo di non essere un teorico della cospirazione, nonostante i media lo abbiano definito tale e nonostante il fatto che diversi esperti, tra cui sostenitori di Francesco e cattolici più conservatori, abbiano smentito la sua teoria.

Benedetto XVI, secondo la teoria di Cionci, si sarebbe dimesso per svelare una lobby massonico-progressista molto influente nella Chiesa e che in seguito avrebbe sostenuto l’elezione di papa Francesco

In un articolo pubblicato online, che analizza la teoria di Cionci, l'esperto don Silvio Barbaglia, docente di Sacra scrittura, ha affermato che non esiste alcun "Codice Ratzinger”.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il controsinodo dei cardinali ribelli: preoccupazione per benedizione delle unioni omosessuali

Secondo giorno in Mongolia per Papa Francesco, il pontefice ai governi: "Non temete la Chiesa"

Terremoto ai Campi Flegrei: scossa più forte degli ultimi quarant'anni, evacuato carcere Pozzuoli