EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Judo: Gran premio di Zagabria, gioia per la finale tutta croata

Un derby tutto croato per la medaglia d'oro
Un derby tutto croato per la medaglia d'oro Diritti d'autore Emanuele Di Feliciantonio/FIJ
Diritti d'autore Emanuele Di Feliciantonio/FIJ
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Non poteva andare meglio di così per l'entuasiasta pubblico che ha gremito l'Arena Zagreb per la seconda giornata del Grand Prix di judo. Una finale tutta croata tra due stelle che si sono combattute con grande correttezza e amicizia

PUBBLICITÀ

A dichiarare ufficialmente aperto il Grand Prix sono stati  il rappresentante personale del Primo Ministro della Repubblica di Croazia, Tomislav Druzak, il vicepresidente della Federazione Internazionale di Judo, Laszlo Toth. e il Presidente della Federazione croata di judo, Sanda Corak.

Il locale Judo Club Profectus e il Judo Club Ishi, hanno offerto al pubblico una dimostrazione del loro judo inclusivo.

La folla ha tifato gli atleti di categoria -63 kg, con la britannica Lucy Renshall che ha sconfitto Jisu Kim, conquistando la sua prima medaglia d'oro al Grand Prix che è stata consegnata dal rappresentante personale del Primo Ministro della Repubblica di Croazia, Tomislav Druzak.

A -73 kg, lo spagnolo Jorge Cano Garcia ha vinto la sua prima medaglia del World Judo Tour con un incredibile ippon,che ha entusiasmato la folla!

Il Direttore didattico e degli allenatori dell'IJF Mohammed Merdja ha consegnato le medaglie.

"Mi sento benissimo per l'oro, ma è molto bello uscire dalla pedana e firmare autografi, fare qualche foto e vedere l'espressione dei bambini"
Jorge Cano Garcia
atleta

Sagi Muki, di Israele ha rimontato due waza-ari e ha vinto un altro oro per la sua collezione. L'assistente del Ministro della Difesa della Repubblica di Croazia, Ivan Jusic, ha consegnato le medaglie.

Il derby croato

Nella categoria -70 kg una finale tutta croata che i fan attendevano: Lara Cvjetko ha lottato duramente e ha messo a segno un waza-ari contro la sua connazionale Barbara Matic per conquistare il primo posto sul podio . Un incontro caratterizzato da grande rispetto e amicizia. Il direttore didattico dell'IJF, Sanda Corak, le ha premiate.

"Mi sono sentita davvero bene con la grande folla che ha fatto il tifo per entrambe, e davvero motivata per il combattimento quando ho sentito le voci dei bambini, dei miei cari, del mio allenatore e di tutti quelli che facevano il tifo per me. È stata davvero una sensazione speciale, ma anche una lotta molto dura".
Lara Cvjetko
atleta

I campioni locali hanno messo a segno ippon in grande stile all'Arena Zagreb, per la gioia di un pubblico di giovani judoka. Un grande esempio per le future generazioni. 

La seconda giornata del Grand Prix di Zagabria è stata proprio una vetrina del miglior judo del mondo.  Ora si attende la terza giornata con un altro grande spettacolo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Judo, il Giappone domina nell'ultimo giorno dei Campionati del mondo

Judo, i pesi massimi in scena ai Campionati del mondo di Abu Dhabi

Judo, altri tre campioni del mondo ad Abu Dhabi