EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Addio al bassista degli Smiths Andy Rouke

Morto il bassista degli Smiths Andy Rouke
Morto il bassista degli Smiths Andy Rouke Diritti d'autore Photo by Diane Bondareff/Invision for Stoli Vodka/AP Images
Diritti d'autore Photo by Diane Bondareff/Invision for Stoli Vodka/AP Images
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Ne ha dato l'annuncio, Johnny Marr, il chitarrista del gruppo, uno dei più influenti della scena musicale anni Ottanta. "Era un'anima bella e gentile"

PUBBLICITÀ

È morto a 59 Andy Rourke, l'uomo del basso della band indie rock britannicadegli Smiths. Lo ha annunciato in un lungo post su Instagram Johnny Marr, che era il chitarrista del gruppo conosciuto per essere stato uno dei più influenti degli anni Ottanta. 

Il bassista lottava da tempo contro un cancro al pancreas. Dopo lo scioglimento della band nel 1987, avvenuto principalmente per la volontà di Marr di dare una svolta musicale alla sua carriera, Rourke ha suonato con i Freebass, con Sinead O'Connor, i Pretenders, Ian Brown e, nel gruppo D.A.R.K., con la cantante dei Cranberries Dolores O'Riordan. 

"Andy sarà ricordato come un'anima gentile e bella da coloro che lo hanno conosciuto ecome un musicista estremamente dotato dagli appassionati di musica", ha scritto nel suo post Marr, che incontrò Rouke per la prima volta quando entrambi frequentavano le scuole medie. 

"Per tutta l'adolescenza abbiamo suonato in varie band del Sud di Manchester prima di farci conoscere con gli Smiths dal 1982 al 1987, ed è stato in quei dischi degli Smiths che Andy ha reinventato cosa significa il ruolo del bassista", ha aggiunto Marr.

Gli Smiths dovettero gran parte del loro successo alla scelta di discostarsi dal mainstream della musica popolare. La band pubblicò alcuni dei brani britannici più memorabili della scena degli anni '80, tra cui "Heaven Knows I'm Miserable Now" e "Girlfriend In A Coma". I loro album, tra cui "The Queen is Dead" e "Meat is Murder", sono rimasti un punto fermo per molti fan e sono stati premiati con oltre 75 milioni di copie vendute.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Venezia: al via la Biennale segnata dalle guerre in Ucraina e Medio Oriente

Scoperto a Pompei un salone con affreschi sulla guerra di Troia

Romania, la dimora di re Carlo III riapre al pubblico come spazio culturale: al centro l'ambiente