Ucraina: nessun sostegno militare dalla Bulgaria

Il presidente della Bulgaria Rumen Radev
Il presidente della Bulgaria Rumen Radev Diritti d'autore Virginia Mayo/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Virginia Mayo/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Isidoro Patalano
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il presidente bulgaro Rumen Radev ha dichiarato che il governo provvisorio della Bulgaria non fornirà armi offensive all'Ucraina ma si è detto disponibile a sostenere gli sforzi diplomatici per la risoluzione del conflitto.

PUBBLICITÀ

Dopo l'annuncio dell'Unione europea di rifornire l'Ucraina con ulteriori munizioni la Bulgaria ha dichiarato che non prenderà parte al programma.

Rumen Radev ha detto che il governo provvisorio non fornirà tale supporto né fornirà caccia o carri armati. Il presidente bulgaro martedì si è detto pronto a supportare gli sforzi diplomatici per la risoluzione del conflitto russo-ucraino, ma non è disponibile a fornirà i suoi jet da combattimento, né i sistemi missilistici antiaerei, né i carri armati e i veicoli corazzati per il trasporto di personale, ha aggiunto.

"La Bulgaria sosterrà gli sforzi diplomatici europei per ripristinare la pace
Rumen Radev
Presidente della Bulgaria

In un tweet, Ursula Von der Leyen ha annunciato il piano da €1,5 miliardi. La presidente della Commissione europea ha detto che tale pacchetto "aiuta l'Ucraina a correre, mentre si difende".

"E mette l'Ucraina sulla percorso europeo di supporto alle riforme, buon governo e la stabilità finanziaria", ha aggiunto.

Visita a sorpresa a Bucha

Intanto il premier giapponese Fumio Kishida si è recato a sorpresa martedì in Ucraina, rubando parte dell'attenzione al rivale asiatico, il presidente cinese Xi Jinping, che si ha incontrato Vladimir Putin a Mosca.

AP/Ukrainian Foreign Ministry Press Office
Fumio Kishida rende omaggio ai caduti di BuchaAP/Ukrainian Foreign Ministry Press Office

Kishida ha incontrato il presidente Volodymyr Zelensky e ha reso omaggio ai caduti di Bucha, città alle porte di Kiev divenuta simbolo delle atrocità russe contro i civili.

Nei 13 mesi di conflitto il Giappone non ha mai fornito armi offensive all'Ucraina a causa della sua costituzione pacifista. Il viaggio di oggi, però, indicherebbe che a Kyiv potrebbero essere destinati aiuti finanziari o di altra natura.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Bulgaria: i liberali di Petkov in rimonta

Piano Ue per l'Ucraina "passo concreto verso una vera difesa europea"

"La nostra amicizia non ha limiti": Xi Jinping incontra Vlaimir Putin per secondo giorno di visite