EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Putin ordina il cessate il fuoco in Ucraina per il Natale ortodosso (6 e 7 gennaio)

AP Photo
AP Photo Diritti d'autore LIBKOS/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore LIBKOS/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Domani e dopodomani ci sarà la tregua; Erdoğan aveva invitato Putin a un 'cessate il fuoco unilaterale' e anche il patriarca Kirill aveva chiesto una tregua per il Natale ortodosso

PUBBLICITÀ

Vladimir Putin ordina un 'cessate il fuoco' in Ucraina per il 6 e 7 gennaio, in coincidenza del Natale ortodosso.
Ha colto nel segno l'appello del patriarca russo Kirill, che aveva chiesto una tregua di 36 ore in Ucraina per il Natale ortodosso, previsto per il 7 gennaio, tuttavia Kiev (per mano del consigliere di Zelensky, Mykhailo Podolyak) aveva definito la proposta a mezzo social una "cinica trappola" propagandistica.

"La tregua natalizia in Ucraina è un'ipocrisia", rincara poi lo stesso Podolyak, una volta venuto a conoscenza delle decisioni del Cremlino. 

La mossa turca

A seguito di un colloquio telefonico, anche il presidente turco, Recep Tayyip Erdoğan, aveva affermato di aver invitato Vlamidir Putin a un "cessate il fuoco unilaterale".

I due hanno ovviamente discusso della guerra in Ucraina, ma anche di questioni energetiche e relazioni bilaterali.

Per Putin, la Russia è aperta "a un dialogo serio" solamente se Kiev "terrà conto delle nuove realtà territoriali".

LIBKOS/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
AP PhotoLIBKOS/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.

Erdoğan ha preannunciato anche una chiacchierata telefonica con Volodymyr Zelensky, al fine di provare ad ammorbidire le relazioni tra Kiev e Mosca.

Di contro, l'Ucraina non conta certo su un 'cessate il fuoco' a breve: nella regine di Volinia, nel nord del Paese, è in corso un addestramento che mira ad evitare il ripetersi dell'invasione dal lato del confine bielorusso.

I leader filo-russi dell'Ucraina occupata hanno fatto visita ai sopravvissuti all'attacco missilistico contro una caserma russa che ha ucciso almeno 89 soldati.

Denis Pushilin, capo dell'autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk, ha detto ai presenti che è loro dovere vendicare i deceduti, ma la più grande singola perdita russa nella guerra ha insinuato il seme del dubbio sulla competenza della leadership militare.

Ancora vittime

Intanto, nella regione di Zaporizhzhia, due persone sono state uccise e altre tre sono rimaste ferite a causa dei bombardamenti russi, mentre una granata lanciata dalle Forze armate russe ha colpito una casa e ucciso un'intera famiglia composta da madre, padre e un figlio di 12 anni a Beryslav, nella regione di Kherson.

il presidente Usa, Joe Biden, ha dichiarato che gli Stati Uniti stanno valutando la possibilità di inviare veicoli da combattimento Bradley in supporto all'Ucraina. 

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina: quando e dove la prossima controffensiva? L'opinione degli analisti

Guerra in Ucraina: almeno 9 morti e 29 feriti nel raid russo a Kryvyj Rih, la città di Zelensky

Ucraina: gli attacchi di Mosca nella settimana delle conferenze di ricostruzione e pace