EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Twitter, Musk pronto a dimettersi da CEO. L'annuncio con un post a una condizione

Elon Musk, proprietario e CEO di Twitter
Elon Musk, proprietario e CEO di Twitter Diritti d'autore CHRIS DELMAS/AFP or licensors
Diritti d'autore CHRIS DELMAS/AFP or licensors
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Elon Musk ha dichiarato che lascerà la carica di CEO del social "non appena avrà trovato qualcuno abbastanza folle da assumere l'incarico"

PUBBLICITÀ

Dimissioni confermate a una condizione. Elon Musk ha dichiarato che lascerà la carica di Amministratore Delegato di Twitter "non appena avrà trovato qualcuno abbastanza folle da assumere l'incarico." Il magnate con un tweet ha confermato che una volta dimessosi guiderà i team per il software e i server del suo social network.

La decisione di Musk è stata presa in seguito al sondaggio che il miliardario aveva lanciato tra i suoi follower, ai quali aveva chiesto se si sarebbe dovuto dimettere dalla guida di CEO della piattaforma. Il 57,5 per cento di 17 milioni e mezzo di partecipanti aveva votato per le dimissioni."Nessuno vuole il lavoro che può davvero tenere Twitter vivo", aveva risposto ad un utente Musk dopo l’esito del sondaggio.

In realtà la mossa del tycoon potrebbe essere legata alla rabbia degli azionisti di Tesla, la compagnia di auto elettriche guidata da Musk. Da quando ha acquisito Twitter la società ha visto le azioni crollare di valore. Anche gli azionisti del social sono preoccupati dai conti e dalla fuga di inserzionisti e utenti.

I possibili candidati

Intanto secondo alcune speculazioni riportate dal Financial Times, tra i candidati ideali ci sarebbe Sheryl Sandberg, l'ex direttrice operativa di Meta che ha trasformato l'azienda in un gigante della pubblicità digitale. La manager però potrebbe non desiderare di assumere la guida di un'altra compagnia piena di problemi di moderazione dei contenuti.

Un altro nome è quello di Sarah Friar, ceo di Nextdoor, già direttrice finanziaria della società di pagamenti Block, creata dal cofondatore di Twitter Jack Dorsey. Escluso invece un ritorno di Dorsey, che si è dimesso già due volte come chief e non è riuscito a trovare profitti sostenuti. Ieri Cnbc, citando alcune fonti informate, sosteneva che il proprietario di Twitter stesse cercando "attivamente" un suo sostituto. 

Risorse addizionali per questo articolo • ANSA

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Georgia, la presidente non promulgherà la "legge sugli agenti stranieri": No a un ritorno al passato

"La legge russa approvata tra poche ore" annuncia il Premier. Ue esorta Tbilisi a rispettare i patti

Attentato a Mosca: la propaganda del Cremlino dalla Russia all'Italia, "Ucraina responsabile"