EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Ucraina: la Conferenza dei donatori a Parigi raccoglie un miliardo

La ministra francese degli Esteri, Catherine Colonna, con il ministro italiano degli Esteri, Antonio Tajani. (Parigi, 13.12.2022)
La ministra francese degli Esteri, Catherine Colonna, con il ministro italiano degli Esteri, Antonio Tajani. (Parigi, 13.12.2022) Diritti d'autore Lewis Joly/Copyright 2022 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Lewis Joly/Copyright 2022 The AP. All rights reserved.
Di euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky aveva chiesto 800 milioni e ribadito l'urgenza di sostenere l'approvvigionamento energetico del Paese, considerato "importante come le armi". Il totale delle donazioni ha superato il miliardo di euro

PUBBLICITÀ

Fornire aiuti concreti all'Ucraina perché il Paese abbia luce, gas e una rete sanitaria che tenga.

Parigi ha ospitato questo martedì la Conferenza dei Donatori. Obiettivo: coordinare gli aiuti e sostenere il Paese mentre arriva l'inverno.

In mattinata erano già stati raccolti 400 milioni di euro, alla fine della Conferenza si è arrivati a oltre un miliardo. 
Serviranno pure ad inviare 63 generatori elettrici ad alta potenza.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha ribadito la necessità di "un coordinamento molto stretto con punti di contatto in tutti i Paesi, affinché gli aiuti arrivino in tempo reale sul campo. Possiamo annunciare oggi l'istituzione di un meccanismo rafforzato per il coordinamento degli aiuti internazionali".

"Terrorismo energetico da parte dei russi"

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha parlato di terrorismo energetico da parte dei russi e ha chiesto 800 milioni per far fronte all'emergenza energetica.
"Quando la stabilità energetica dell'Ucraina sarà garantita per tutto questo periodo invernale, quando sarà garantito che non ci saranno nuove ondate migratorie di massa dal nostro Paese ai vostri Paesi, allora non avranno senso ulteriori attacchi russi, eventuali blackout o la ricerca di armi, in Iran o in altri luoghi, da parte dei russi che dovranno finalmente fermare l'aggressione", ha detto Zelensky. 

Teresa Suarez/AP
Il video-intervento di Zelensky. In platea, tra gli altri, anche la moglie Olena Zelenska. (Parigi, 13.12.2022)Teresa Suarez/AP

Per settimane i russi hanno bombardato la rete elettrica ucraina e altre infrastrutture civili fondamentali, tanto che un blackout totale del Paese è una possibilità che anche il governo ritiene concreta.
La popolazione civile spesso non ha altra soluzione che spingersi in zone rurali, dove si può bruciare legna per scaldarsi.

Buone notizie da Parigi

Alla Conferenza di Parigi a sostegno dell'Ucraina hanno partecipato i rappresentanti di più di cinquanta Paesi - tra cui il ministro degli Esteri italiano, Antonio Tajani, nonché la First Lady ucraina, Olena Zelenska- e di organizzazioni internazionali. 

I conti delle donazioni li ha tenuti la ministra francese degli Esteri, Catherine Colonna

"415 milioni per l'energia, 25 per l'acqua, 38 per l'alimentazione, 17 per la salute, 22 per i trasporti e 493 milioni non ancora destinati.
Il totale è poco più di un miliardo di euro".
Catherine Colonna
66 anni, ministra francese degli Esteri
Lewis Joly/Copyright 2022 The AP. All rights reserved.
Catherine Colonna e Ursula von der Leyen. (Parigi, 13.12.2022)Lewis Joly/Copyright 2022 The AP. All rights reserved.

Uno sforzo collettivo che il premier ucraino Denis Shmyhal, presente all'incontro a Parigi, ha accolto con favore, dichiarando: "Grazie a questi aiuti dei nostri Paesi amici, l'Ucraina non sprofonderà nel buio".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La mappa della guerra: l'inverno non ferma le operazioni offensive

Consegnato agli ucraini Il premio Sakharov: "Non vi abbandoneremo"

Donatori per l'Ucraina: raccolti 6 miliardi di euro per la ricostruzione post bellica