EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Altri aiuti all'Ucraina. Zelensky: "Ci serve altro gas per l'inverno"

frame
frame Diritti d'autore frame
Diritti d'autore frame
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A Parigi in vista della Conferenza dei paesi donatori, il capo del governo di Kiev

PUBBLICITÀ

L'Ucraina torna a bussare alla porta dei paesi europei e non solo, sollecitando aiuti economici necessari ad affrontare e superare la stagione invernale. In vista della Conferenza dei Paesi donatori, il capo del governo di Kiev è arrivato a Parigi. Toccherà a lui ribadire il senso della richiesta già avanzata dal presidente Zelensky in collegamento video, nel corso del quale ha illustrato le principali necessità del suo paese nel breve e nel medio periodo.

"Vi esorto ad aumentare gli aiuti all'Ucraina in ordine al problema del gas. Il terrorismo contro le nostre centrali elettriche ci ha fatto consumare più gas del previsto. Quindi abbiamo bisogno di un ulteriore sostegno per questo inverno. Si tratta di circa due miliardi di metri cubi di gas, che devono essere acquistati in aggiunta".

Il cancelliere tedesco Olaf Sholz ha collegato il sostegno finanziario all'Ucraina ai protocolli concordati tra i diversi paesi, ma non ha nascosto l'ampiezza degli sforzi da mettere in campo. "Ricostruire l'Ucraina sarà compito dell'umanità, una sfida paragonabile al Piano Marshall varato dopo la Seconda Guerra Mondiale".

Intanto, sul terreno, le zone in cui si combatte continuano a restare spesso senza elettricità, e da parte russa si continuano ad attaccare infrastrutture civili. Fonti ucraine parlano di attacchi russi su impianti energetici di Odessa che avrebbero lasciato al buio un milione e mezzo di civili.

.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Fumata nera per il tetto del gas

Napoli: nave veloce da Capri urta contro la banchina, almeno 29 feriti

Crisi in Medio Oriente, tra gli italiani preoccupazione e insoddisfazione per il ruolo dell'Ue