Qatar2022, frasi omofobe dell'Ambasciatore dei Mondiali: "L'omosessualità è un danno psichico"

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews
Manca poco al calcio d'inizio.
Manca poco al calcio d'inizio.   -   Diritti d'autore  JEWEL SAMAD / AFP   -  

I Mondiali di calcio in Qatar sono sempre più nell'occhio del ciclone.

Già oggetto di polemiche prima ancora del calcio d'inizio, previsto per il 20 novembre (con la partita inaugurale Qatar-Ecuador), stavolta finiscono sotto i riflettori i commenti omofobi dell'ambasciatore ufficiale dei Mondiali di calcio, Khalid Salman, un ex calciatore del suo Paese.

Durante un l'intervista con la tv tedesca ZDF, Salman ha dichiarato che l'omosessualità è "haram" (vietata, in arabo) perché è un "danno psichico".

"Per la Coppa del Mondo arriveranno molte cose qui. Parliamo dei gay, ad esempio. La cosa più importante è la seguente: tutti accetteranno che vengano nel nostro Paese. Ma loro dovranno accettare le nostre regole. <br>È vietato. Perché è vietato? Io non sono un grande musulmano, ma è una cosa vietata, perché è un danno nella mente".
Khalid Salman
Ambasciatore Qatar2022
Screenshot
Un "frame" dell'intervista incriminata.Screenshot

L'intervista è stata immediatamente interrotta dal portavoce del Comitato organizzatore di Qatar2022.

Dura la reazione della ministra dell'Interno tedesca, Nancy Faeser
"Avevo chiesto una garanzia di sicurezza, molto importante per me. Il primo Ministro del Qatar me l'aveva assicurata, e non ho ricevuto da lui alcuna indicazione che sia cambiato qualcosa. Ma, naturalmente, questi commenti sono orribili e questo è anche il motivo per cui stiamo lavorando per sperare di migliorare le cose in Qatar in futuro".

Kay Nietfeld/(c) Copyright 2022, dpa (www.dpa.de). Alle Rechte vorbehalten
Nancy Faeser, ministra tedesca dell'Interno. (8.11.2022)Kay Nietfeld/(c) Copyright 2022, dpa (www.dpa.de). Alle Rechte vorbehalten

Per i Mondiali di calcio, assegnati al Qatar nel 2010 tra mille polemiche, è previsto l'arrivo di circa un milione e 200.000 visitatori. 
Per gli attivisti "Arcobaleno" sarà una vetrina planetaria per chiedere più diritti in Qatar.

La Finalissima dei Mondiali è in programma domenica 18 dicembre.

Michael Buholzer/' KEYSTONE / MICHAEL BUHOLZER
Calcio "Arcobaleno" davanti al Museo FIFA di Zurigo.Michael Buholzer/' KEYSTONE / MICHAEL BUHOLZER