This content is not available in your region

Cina Vs Taiwan: prove di guerra

Access to the comments Commenti
Di Eloisa Covelli  Agenzie:  Ansa, Ap
euronews_icons_loading
Prove a fuoco di Taiwan
Prove a fuoco di Taiwan   -   Diritti d'autore  Johnson Lai/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Sia la Cina che Taiwan continuano le esercitazioni militari. La visita di Nancy Pelosi a Taipei ha scatenato uno showdown delle forze da una parte e dell'altra. Quello della speaker del Congresso americano è stato il viaggio di più alto livello sull’isola dal 1997 ed è stato visto come una provocazione dalla Cina, che da sempre rivendica il controllo su Taiwan.

"La posizione cinese è legittima, ragionevole e lecita - ha rivendicato il portavoce Wang Wenbin - le nostre misure sono risolute, forti e proporzionate; mirano a punire le forze indipendentiste di Taiwan. Salvaguarderemo la sovranità cinese e la sua integrità territoriale, allontaneremo gli Stati Uniti che cercano di contenere la Cina e infrangeremo l'illusione delle autorità di Taiwan di ottenere l'indipendenza grazie all'aiuto americano".

Le esercitazioni cinesi continueranno anche nei prossimi giorni. La Repubblica popolare terrà un ciclo di manovre di artiglieria a fuoco vero - con proiettili reali - nelle acque meridionali del Mar Giallo, a nord di Taiwan, dall'11 al 13 agosto, di fronte alla Corea del Sud. L'Amministrazione per la sicurezza marittima di Lianyungang ha emesso un avviso sul bando alla navigazione.

AP/Taiwan Ministry of Foreign Affairs
Joseph Wu, ministro degli Esteri di TaiwanAP/Taiwan Ministry of Foreign Affairs

Per il ministro degli Esteri di Taipei Joseph Wu "la Cina ha usato leesercitazioni e il suo manuale militare per prepararsi all'invasione di Taiwan". "Sta conducendo esercitazioni militari su larga scala e lanci di missili, nonché attacchi informatici, una campagna di disinformazione e di coercizione economica per indebolire il morale pubblico a Taiwan", ha continuato. Il ministro ha poi voluto ringraziare gli alleati occidentali, compresi gli Stati Uniti dopo la visita di Pelosi, per aver resistito alla pressioni della Cina: "È stato un chiaro messaggio al mondo che la democrazia non si piegherà all'intimidazione dell'autoritarismo",

Dopo la visita di Pelosi, la Cina ha violato con aerei e navi la linea mediana nello Stretto di Taiwan: un confine mai ufficialmente riconosciuto da Pechino, ma che era stato tracciato negli anni Cinquanta per evitare possibili incidenti. Per Biden non c'è rischio di escalation.

Taiwan ha rafforzato le proprie capacità di difesa con il sostegno americano. Le esercitazioni di Taipei, in programma fino a giovedì, includono il dispiegamento di centinaia di soldati e coinvolgono il comando d'artiglieria, le truppe di fanteria di stanza a Pingtung, il comando di difesa di Hualien e la guardia costiera dell'isola. 

Per il presidente Usa non c'è il rischio di escalation.

Non sono preoccupato, ma seguo con attenzione quello che sta succedendo. Non credo che la Cina andrà oltre
Joe Biden
presidente Usa

Di certo la visita di Nancy Pelosi ha alterato gli equilibri nell'area.