EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Boris alla resa dei conti?

Boris alla resa dei conti?
Diritti d'autore Jessica Taylor/AP
Diritti d'autore Jessica Taylor/AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Boris Johnson in Parlamento per rendere i conti sul Partygate. "Non mi dimetto, aspettiamo il rapporto". L'opposizione: "Offesa a dignità e onore del nostro Paese". A profilarsi una mozione di sfiducia.

PUBBLICITÀ

Regno Unito con il fiato sospeso, per il destino di Boris Johnson: premier scapigliato e terribile, che per una festa in tempo di Covid, rischia di perdere Downing Street. Fermo nel non volersi dimettere, lui si è sottoposto ai Commons al fuoco incrociato dell'opposizione. "Il codice ministeriale stabilisce che ogni ministro che, consapevolmente, fornisca dichiarazioni menzognere al parlamento, debba dimettersi - il primo affondo del leader dell'opposizione, Keir Starmer -. Il Primo ministro ritiene sia il suo caso?". 

"Non posso quindi pronunciarmi in merito perché la domanda riguarda un'inchiesta in corso - la replica di Boris Johnson, con riferimento al cosiddetto "rapporto Sue Gray", chiamato a ricostruire fatti e e responsabilità -. Posso  però dire che sono concentrato a garantire al Regno Unito il ritmo di vaccinazione e una ripresa dal Covid più rapidi di qualsiasi altro paese europeo".

Determinante, potrebbe a questo punto rivelarsi per l'avvenire di Boris Johnson il "rapporto Sue Gray". Dopo la sua presentazione in Parlamento, il premier potrà tornare a esprimersi, ma a profilarsi è già l'ipotesi di un voto di sfiducia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Rishi Sunak si scusa con le famiglie delle vittime del Covid-19 davanti alla commissione d'inchiesta

Regno Unito, inchiesta Covid: l'ex premier Boris Johnson chiede scusa ai familiari delle vittime

Bojo, il Covid e quelle chat pesanti sugli anziani e il virus