This content is not available in your region

Cappato: "Se passerà il referendum per l'eutanasia legale e vincerà il sì, sarà un segnale per l'Ue"

Access to the comments Commenti
Di Gioia Salvatori  & giorgia orlandi
euronews_icons_loading
Marco Cappato (a sinistra) e Riccardo Magi celebrano l'approvazione del testamento biologico - 14.12.2017
Marco Cappato (a sinistra) e Riccardo Magi celebrano l'approvazione del testamento biologico - 14.12.2017   -   Diritti d'autore  Alessandra Tarantino/Copyright 2017 The Associated Press. All rights reserved.

E' iniziato oggi alla camera il dibattito sulla legge sul fine vita. Il testo ha avuto vita difficile, osteggiato dalle destre mira a rendere legale il suicidio assistito, cioè la possibilità per un malato grave in condizioni irreversibili e cosciente di chiedere e autosomministrarsi un farmaco letale procuratogli da un medico per mettere fine alle sue pene.

Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Coraggio Italia hanno voluto più limiti, il testo originale di Pd e M5s, dunque, arriva in aula emendato e circoscrive fortemente la categoria di malati con la possibilità di accesso al suicidio assistito.

Per l'associazione Luca Coscioni la legge sul fine vita è insufficiente

L'associazione Luca Coscioni, da sempre in prima linea sul diritto a morire con dignità, giudica la legge insufficiente e guarda al referendum sull'eutanasia legale.

Eutanasia: sempre più lunga la lista dei Paesi Ue che l'autorizzano

Per Marco Cappato, inoltre, se la Corte costituzionale ammetterà il referendum e se vincerà il sì allora ci sarà "anche un altro grande Paese, pure in termini di popolazione, dopo la Spagna a seguire una strada di questo tipo; credo che sarebbe un segnale molto importante per tutta l'Europa", ha detto a euronews (intervista di Giorgia Orlandi).

Il referendum sull'eutanasia legale ha raccolto oltre un milione di firme già depositate in corte di cassazione, dovrebbe tenersi la prossima primavera e punta ad abrogare il reato di omicidio di persona consenziente.