This content is not available in your region

Cappato ricorre ancora contro l'esclusione della sua lista

Access to the comments Commenti
Di euronews e ansa
euronews_icons_loading
Corte di Cassazione
Corte di Cassazione   -   Diritti d'autore  Roma

Mentre si esaurivano gli ultimi scampoli di campagna elettorale è stato presentato presso il giudice della prima sezione civile di Milano Andrea Borrelli il "reclamo" della lista Referendum e Democrazia di Marco Cappato contro la decisione dei giorni scorsi che ha bocciato il ricorso d'urgenza con cui la stessa lista chiedeva l'ammissione nelle circoscrizioni lombarde per le elezioni di domenica e il riconoscimento delle firme presentate in formato digitale. La lista era stata esclusa dalla Corte d'Appello milanese, e non solo con provvedimento confermato dalla Cassazione.

La nota della lista

Referendum Democrazia in una nota "contesta la decisione del giudice di Milano secondo cui sarebbe dovuta essere la lista a dimostrare che le firme digitali erano in numero sufficiente per l'ammissibilità". L'avvocato Giovanni Guzzetta ricorda che "le firme devono essere verificate dalle corti d'appello quindi è lo Stato che in questo caso non ha verificato una circostanza essenziale che non ha consentito al giudice di esprimersi nel merito". Col reclamo si fa presente che "nulla avrebbe impedito, proprio per rispettare la sfera di attribuzioni degli Uffici elettorali, di accogliere il ricorso, subordinando l'ammissione in concreto della lista alla verifica in punto di fatto, da parte degli Uffici elettorali medesimi, della regolarità e del numero delle firme elettroniche necessarie".