ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Incendi in Siberia: il governo ha prolungato lo stato di emergenza

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Incendi in Siberia: il governo ha prolungato lo stato di emergenza
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Dall'Italia alla Spagna, dall'Algeria alla Siberia: le fiamme continuano a bruciare centinaia di ettari ogni giorno. A Tivoli il rogo sul monte Catillo ha costretto le autorità a ad evacuare circa 25 famiglie e 30 persone della comunità di Don Bosco.

Sono durate quasi dieci ore le operazioni di spegnimento dell'incendio divampato nel tardo pomeriggio di giovedì sulla litoranea adriatica che collega Porto Badisco a Santa Cesarea Terme, nel Basso Salento. Sull'Etna è stato domato l'incendio scoppiato questo giovedì nel bosco di Monte San Leo, a circa 1.200 metri di altitudine. Attualmente è in corso la bonifica dell'area.

In Spagna un centinaio di vigili del fuoco ha lavorato tutta la notte per spegnere un incendio che ha distrutto circa 75 ettari in un'area forestale protetta sulla costa della provincia di Tarragona. Evacuati una trentina di campeggiatori. Sul posto, per motivi di sicurezza, restano una decina di autobotti, un elicottero e due canadair.

È salito ad almeno 71 vittime il bilancio dei roghi nella regione della Cabilia, in Algeria. Il presidente Abdelmadjid Tebboune ha annunciato l'arresto di 22 persone, accusate di incendio doloso, e ha sottolineato come "la maggior parte degli incendi siano di origine criminale".

Il governo russo ha esteso lo stato di emergenza nel nord-est della Siberia. Una misura per velocizzare il trasferimento di uomini e mezzi in Jacuzia, dove secondo le autorità locali sono più di 100 gli incendi ancora attivi in un'area di un milione e mezzo di ettari. Stando a Greenpeace il rogo, per estensione, supera tutti gli altri incendi del mondo messi insieme.